sabato 27 giugno 2015

Le recensioni di Elisa: Luna di miele a Parigi - Jojo Moyes

Buon sabato, amici lettori!
Quest'oggi, la nostra Elisa, vi augura buon weekend lasciandoci il suo pensiero, semplice ma molto carino, sul romanzo di Jojo Moyes: Luna di miele a Parigi. Letto anch'io l'anno scorso, in un periodo non molto dissimile da questo, quando l'idea di aprire un blog era lontana anni luce. 
Buona lettura, e a presto! :)


Titolo: Luna di miele a Parigi
Autore: Jojo Moyes
Prezzo: 3,90  
Casa editrice: MondandoriUna meravigliosa bugia
Numero di pagine: 89
Trama: Al centro di questo racconto due romantiche e tormentate storie d'amore quella di Sophie e Édouard Lefevre in Francia durante la Prima guerra mondiale e, circa un secolo dopo, quella di Liv Halston e suo marito David. "Luna di miele a Parigi" - uscito in Inghilterra solo in ebook - si svolge alcuni anni prima degli eventi narrati nel romanzo "La ragazza che hai lasciato," quando le due coppie si sono appena sposate. Sophie, una ragazza di provincia, si ritrova immersa nell'affascinante mondo della Belle époque parigina ma si rende conto ben presto che amare un artista apprezzato come Édouard implica qualche spiacevole complicazione. Circa un secolo più tardi anche Liv, travolta da una storia d'amore appassionante, scopre però che la sua luna di miele parigina non è la fuga romantica che aveva sperato...



La recensione di Elisa:
Fu in una noiosa serata di pioggia che presi alla mano Luna di miele a Parigi.
Era incredibile quanto fosse angosciante sentire inveire il temporale contro gli scuri della mia camera, soprattutto in giugno. Il temporale imperversava contro gli scuri della mia finestra, nella mia mente si rincorrevano diapositive frammentarie, ma nitide. Luoghi che ho sempre desiderato visitare, e che visiterei volentieri pur di sottrarmi da questo tempaccio. Fu Parigi a vincere su tutte le altre città in gara. Cosa c'era di meglio che sfuggire a un temporale estivo se non un viaggio nella città dell'amore? Presi così questo breve romanzo dallo scaffale e, avvolta nelle coperte, mi lanciai in una città dai palazzi illuminati da un cielo roseo. Scorrevano fra le dita le vite di Sophie e di Liv, appena diventate mogli ma in epoche diverse; Sophie e il pittore Eduard Lefevre, durante la prima guerra mondiale, e, Liv e con David, ai giorni nostri. Le giovani donne, protagoniste di La ragazza che hai lasciato si trovano a dover affrontare le difficoltà che il matrimonio porta con sé già dal giorno successivo del fatidico . Breve e magica la via parigina che ho percorso insieme alle protagoniste che, in poco tempo, sono stata costretta ad abbandonare e, in un attimo, ritrovarmi nel mio paese natio. Fra le vecchie mura della mia casa, sotto una matassa informe di coperte, mentre il temporale continuava a battere impetuoso contro i muri di casa..

Valutazione d'inchiostro: 4

Nessun commento:

Posta un commento