sabato 22 agosto 2015

Le recensioni di Elisa: Canto di Natale - Charles Dickens


Titolo: Canto di Natale
Autore: Charles Dickens
Prezzo: 5,00 €
Casa editrice: Rizzoli
Trama: Nella fredda notte che annuncia il Natale, il vecchio Scrooge, visitato dal fantasma del suo vecchio socio in affari, si trova a compiere un viaggio nel passato, nel presente e nel futuro della sua miserevole vita. Solo messo di fronte a se stesso Scrooge imparerà il valore della solidarietà. Questa è la celeberrima trama di una delle storie più raccontate e rivisitate dal cinema e dalla letteratura mondiale. Il classico di Dickens, presentato nella sua veste originale, riesce ad affascinare come sempre, e rievoca magicamente lo spirito natalizio.

La recensione:
L'autunno sorprese l'estate, cercando di toglierla dal suo posto in netto anticipo. Mentre un sole lottava contro dei nuvoloni prepotenti, un timido fratellino avanzava nel corridoio domandandomi di intraprendere una lettura condivisa.
La professoressa  di italiano aveva assegnato, tra le letture estive, il Canto di Natale di Dickens. La rinomata storia di Ebenezer Scrooge che tutti i Natali arrivava in casa mia in televisione, quest'anno arrivava in anticipo e in versione cartacea.
Intraprendemmo insieme, io e mio fratello, la lettura di questo libro.
Ebenezer Scrooge, uomo avaro (o anche papero avaro per chi come me, ricorda l'adattamento della Walt Disney), rifiuta qualsiasi atto di gentilezza o generosità, anche  il giorno della vigilia di Natale. Caccia via in malo modo nipote, commesso, e chiunque entri nel suo studio.  Quando il signor Scrooge, terminato il suo lavoro, torna a casa, si accorge subito che c'è qualcosa di strano e inquietante nell'aria:  il battiporta improvvisamente aveva assunto la forma del viso di Giacobbe Marley, suo ex socio, morto qualche  Natale  prima. In un battito di ciglia tutto tornò come prima, ma Ebenezer, ancora preoccupato, si guardava intorno mentre saliva in casa. Controllava sotto al letto, dentro al camino, ma tutto era normale. Quando, in pigiama fece per coricarsi, quello che parve un incubo si materializzò dinnanzi a lui. Il fantasma di Marley si trovava proprio lì, nella sua camera, con tanto di catene attorno che rumoreggiavano. Lo spirito annunciò a Scrooge che sarebbe stato maledetto tutta la vita se non avesse compiuto qualche vera azione buona e caritatevole nella sua vita. Avrebbe potuto cambiare, se avesse voluto, il peso delle sue angosce una volta morto. Giacobbe Marley annunciò la visita di tre spiriti in quella stessa notte: lo spirito del Natale passato, lo spirito del Natale presente, e infine quello del Natale futuro.
Marley non sbagliò e Scrooge ricevette la visita dei tre spiriti. Essi lo condussero per le vie della città mostrandogli case e persone, ma specialmente avvenimenti.
Riusciranno i tre spiriti a convertire l'anima taccagna di Ebenezer Scrooge?

Al termine di questo Classico mi rendo conto come questa storia riesce sempre a toccarmi ed emozionarmi, sia che siamo a Natale o dopo ferragosto.

Valutazione d'inchiostro: 4

Nessun commento:

Posta un commento