venerdì 4 settembre 2015

Le recensioni di Elisa: Il mio disastro sei tu - Jamie McGuire

Buon venerdì, amici lettori!
Quest'oggi, mentre il weekend bussa piano alle nostre porte, il pensiero semplice ma intenso della nostra Elisa su uno dei miei romanzi preferiti: Il mio disastro sei tu.
Appassionante, trascinante e romantico, perfetto nella sua imperfezione :)

Titolo: Il mio disastro sei tu
Autore: Jamie McGuire
Prezzo: 16, 40 €
Casa editrice: Garzanti
Trama: Un giorno ti innamorerai, Travis. E quando succederà, combatti per il tuo amore. Non smettere di lottare. Mai". Travis Maddox è solo un bambino quando sua madre, ormai con un filo di voce, gli lascia queste ultime parole. Parole che Travis conserva come un tesoro prezioso. Adesso Travis ha vent'anni e non conosce l'amore. Conosce le donne e sa che in molte sarebbero disposte a tutto per un suo bacio. Eppure nessuna di loro ha mai conquistato il suo cuore. Provare dei sentimenti significa diventare vulnerabili. E Travis ha scelto di essere un guerriero. Finché un giorno i suoi occhi scuri non incontrano quelli grigi di Abby Abernathy. E l'armatura di ghiaccio che si è scolpito intorno al cuore si scioglie come neve al sole. Abby è diversa da tutte le ragazze con cui è sempre uscito. Cardigan abbottonato, occhi bassi, taciturna. E soprattutto apparentemente per niente interessata a lui. Ma Travis riesce a vedere dietro il suo sorriso e la sua aria innocente quello che nessuno sembra notare. Un'ombra, un segreto che Abby non riesce a rivelare a nessuno, ma che pesa come un macigno. Solo lui può aiutarla a liberarsene, solo lui possiede le armi per proteggerla. L'ultima battaglia di Travis Maddox sta per cominciare e la posta in palio è troppo importante per potervi rinunciare. Solo combattendo insieme Abby e Travis potranno dare una casa al loro cuore sempre in fuga...

La recensione:

"Avrei voluto dirle altro, scusarmi ancora, confessarle che ero perso per lei e che la cosa mi stava letteralmente facendo impazzire perché non sapevo affrontare i sentimenti che provavo, ma le parole non mi vennero. Riuscii solo a concentrarmi sul fatto che, dopo quant’era successo e quanto avevo detto, l’unica sua reazione era stata rimproverarmi per aver guidato da ubriaco."
  
Si è infilato velocemente tra le mie mani, nella mia borsetta, sul sedile della macchina e in qualunque posto mi recassi. Ancora fresca del precedente romanzo della trilogia, mi immergevo nella lettura non appena il tempo me lo permetteva. Questa non è più la storia di Abby e Travis ma quella di Travis e Abby.
Il punto di vista maschile della storia capovolge alcune mie emozioni e alcuni pareri sui personaggi. Scopriamo un Travis pazzamente innamorato e terribilmente spaventato da questo sentimento che sta crescendo in lui. Lo seguiamo nel suo percorso di innamoramento, dolore, gioia, gelosia. Lo conosciamo nel profondo, scoprendo la sua triste storia. Conosciamo la sua famiglia e la sua forza di combattere. Ne assaporiamo i dettagli fino a conoscere Trav meglio di Pidge.
L'autrice ci offre alcuni particolari che nel precedente romanzo erano rimasti nascosti. Divorando le pagine mi accorgo di un ragazzo che, se prima mi aveva fatto innamorare, adesso ne sono completamente impazzita. La stessa cosa non succede però con la nostra protagonista femminile, Abby. L'ho vista sotto una luce diversa, più orgogliosa e allo stesso tempo anche più infantile. Ma perdoniamo queste caratteristiche poco graziose che la McGuire ha dato ai suoi personaggi, dopotutto nessuno è perfetto, nemmeno nei libri.
Le cinque stelline però le ho attribuite con l'epilogo, elemento che mancava nella versione di Abby. Ero rimasta un poco delusa dal fatto che non fosse stato scritto alla fine del primo libro, ma così, almeno, il secondo romanzo ha avuto un paragrafo veramente diverso.
Ed è lì che si scopre se a distanza di anni, l'amore tra Abby e Travis sia sopravvisuto a ogni difficoltà.
Un po' ansiosa di leggere l'ultimo capitolo della saga, ripongo ancora una volta soddisfatta, il libro appena letto. Senza troppi indugi estraggo dalla fila il terzo romanzo e mentre mi presto ad uscire di casa, lo infilo nella tracolla e me lo porto con me.

Valutazione d'inchiostro: 5 

Nessun commento:

Posta un commento