giovedì 29 settembre 2016

Le recensioni di Elisa: Io prima di te - Jojo Moyes



Titolo: Io prima di te
Autore: Jojo Moyes
Editore: Mondadori (Omnibus)
N° di pagine: 391
Prezzo: €
Anno di pubblicazione: 2013
Trama: “
Lou Clark sa tante cose. Sa quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa. Sa che le piace lavorare nel negozio di tè The Buttered Bun e sa che probabilmente non è innamorata di Patrick, il suo fidanzato. Quello che non sa è che sta per perdere il suo lavoro e che le sue piccole certezze stanno per essere messe in discussione. Will Traynor sa che il suo incidente gli ha tolto il desiderio di vivere. Sa che adesso tutto sembra triste e inutile e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che non sa è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita con tutta la sua energia e voglia di vivere. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre.”





La recensione:

Mentre le mie parole scivolano veloci su questa pagina bianca, mi sento ancora profondamente scossa dalla storia che ho appena vissuto. Mi ero estraniata così facilmente con quelle parole semplici e delicate che ora, ritrovarmi a fare i conti con la realtà era pressoché impossibile. Nella mia testa passava ancora una canzone delicata che avevo ascoltato alla radio. Quella melodia struggente che mi accompagnava con una storia altrettanto dolorosa.
Non riuscivo a smettere di asciugare quelle impudenti lacrime che insensibili continuavano a rigarmi il volto. Non riuscivo a staccare le mani da quel romanzo che avevo appena portato al termine. Questa era l’ennesima dimostrazione che un buon libro poteva fare tutto di me, persino ridurre la mia anima in minuscoli pezzettini.


There she goes in front of me        
Eccola davanti a me
Take my life, set me free again       
Prendi la mia vita, fammi tornare libero
We’ll make a memory out of it 
Ne faremo uscire un ricordo
Holy road is at my back                 
La Santa strada è alle mie spalle
Don’t look on, take me back again 
Non rimanere a guardare,
riportami
ancora una volta indietro
We’ll make a memory out of it
Ne faremo uscire un ricordo


Ogni volta che leggo storie come queste mi sembra di aver vissuto un po’ di più, di aver fatto un’esperienza che mi mancava e di conoscere segreti per cui la mia presenza era espressamente richiesta. Questa volta sono stata ospite di una storia inconsueta e inaspettata, piena di incanto e intensità.   
Fu in un caldo e tormentato mese di agosto che entrai nella vita di Lou, -o fu Lou a entrare nella mia?-. Non so di preciso da dove nacque questa simpatia per lei, però mi sembrava così vera, così unica.
E unico era Will.


We finally fall apart and we break each other’s hearts
Cadremo finalmente a pezzi e spezzeremo i nostri cuori

If we wanna live young, love, we better start today

Se vogliamo vivere giovani, amore, è meglio iniziare oggi


Mi rifugiai nella loro storia come se volessi scappare dalla realtà. Per inimmaginabili motivi, l’inchiostro della mia penna continuava a scrivere, cancellare, riscrivere. Le parole, in un profondo stato di inadeguatezza non riuscivano a esprimersi, restavano bloccate a qualche lettera, prive di vita. Questa che state per leggere non è una recensione ma è la mia riflessione, il mio sfogo. Miliardi di emozioni si accalcano, tutte desiderose di uscire. Credo che, in un caso come questo, non serva una recensione o un giudizio; serve solamente il libro. Io prima di te, acquistato con irrefrenabile spinta mi ha conquistato dalle prime pagine presentandomi due protagonisti profondamente diversi ma entrambi insostituibili. Entrambi non stanno vivendo veramente la loro vita e, succubi della loro realtà, sono costretti ad adeguarne il futuro. Lou nemmeno lo sa che tutta quell’energia che mette nelle sue giornate è solo un disperato tentativo di ritenersi soddisfatta della sua vita. Le sue confortanti mura domestiche nel suo piccolo paesino di provincia. Will, al contrario, sa perfettamente cosa vuole dire vivere. Lui l’amava, la spingeva al massimo, ne assaporava le sfumature. A lui piaceva la sua vita prima che quel maledetto incidente lo bloccasse su una sedia a rotelle. Adesso non ha più niente che lo stimoli, si aggrappa solo alla speranza che arrivi presto il giorno, quel giorno in cui tutte le sue sofferenze avranno fine.


It’s gotta get easier, oh easier somehow
Sarà più facile, oh più facile in un certo senso


Cause I’m falling, I’m falling                    
Perché sto cadendo, sto cadendo
Oh easier and easier somehow
Oh sempre più facile in qualche modo
Oh I’m calling, I’m calling 
Oh sto chiamando, sto chiamando

And it isn’t over unless it is over 
E non è finita a meno che non sia finita
I don’t wanna wait for that 
Non voglio aspettare per questo
It’s gotta get easier and easier somehow
Sarà sempre più facile in qualche modo
But not today
Ma non oggi
Not today
Non oggi


Non avrei immaginato che la storia di Lou e Will potesse toccarmi così tanto, non pensavo quanto questa storia mi avrebbe sconvolto la vita. Numerose volte mi sono ritrovata ad asciugarmi le lacrime agli occhi, con il cuore spezzato e il respiro trattenuto; fino a quando un pezzo di me non è rimasto lì, in quelle pagine, in quel libro, in quella storia.  
Io prima di te parla di moltissime cose in modo semplice, toccante e profondo. Parla di scelte importanti, ti mostra come possano essere comprensibili, inaccettabili, acconsentibili. Esamina attentamente, senza troppo gravare al lettore, la psicologia dei personaggi in cui saranno ospiti, introducendosi con rispetto nella loro sofferenza, nella loro battaglia personale.


There she goes in front of me
Eccola davanti a me
Take my life, set me free again
Prendi la mia vita, fammi tornare libero
We’ll make a memory out of it
Ne faremo uscire un ricordo

Holy road is at my back
La Santa strada è alle mie spalle

Don’t look on, take me back again
Non rimanere a guardare, riportami ancora una volta indietro

We’ll make a memory out of it
Ne faremo uscire un ricordo


Io prima di te parla di piccoli gesti che si trasformano in grandi regali. E nel commovente sfondo di fatti abitudinari di una persona che diventano una cosa sola con quelli impossibili di un’altra, cresce un amore che va oltre ogni confine. Lui insegna a lei cos’è veramente la vita, come va vissuta. Le insegna a non avere paura, a rischiare, a credere in sé stessa. Lei contraccambia il dono, regalandogli momenti di gioia e spensieratezza; condividendo con lui il movimento degli arti, trappola per sguardi pietosi o fugaci. Cosa vuol dire affidarsi completamente a una persona? Lasciare che si prenda cura di te e ti stia accanto. Vederla trasformarsi in una gioia irrealizzabile. Una bellissima ragazza dalle linee morbide e delicate. Il pensiero di accarezzare il suo viso… Ma tutto si ferma, precipita nel buio. La delicatezza di quelle guance resta solo un pensiero, un urlo spietato di ciò che non è concesso fare. La tua mano resta lì, immobile, su quel bracciolo di quella maledetta sedia. Accarezzare, abbracciare. Tutto cade in un abisso, portandosi dietro di sé la parte più importante di te.


We finally fall apart and we break each other’s hearts       

Cadremo finalmente a pezzi e spezzeremo i nostri cuori

If we wanna live young, love, we better start today

Se vogliamo vivere giovani, amore, è meglio iniziare oggi


I nostri occhi osservano quelli di lui: spenti, corrucciati, pensierosi. Lo immaginano nella sua vita di prima, con quel lavoro importante, quella bella donna affianco. Il successo, le sfide ai limiti del possibile. In un attimo non lo vedi più come ti appare davanti, ti sembra perfino un’altra persona. Che fine hanno fatto quei sorrisi, il volto soddisfatto davanti alle macchine fotografiche, gli occhi pieni di vita? Non c’è più niente in lui di quello che era un tempo. Questa idea deve straziarlo nell’animo: non potersi più muovere nemmeno per le cose più personali o banali. Dover sempre dipendere da qualcun altro. La convinzione di non vivere. Forse lo sto osservando come tutti gli altri, forse sono come tutti gli altri. Ma io sono qua per riportargli il sorriso e lo farò: non può essere andata perduta tutta quella gioia. Non può.


It’s gotta get easier, oh easier somehow
Sarà più facile, oh più facile in un certo senso
Cause I’m falling, I’m falling
Perché sto cadendo, sto cadendo

Oh easier and easier somehow 
Oh sempre più facile in qualche modo

Oh I’m calling, I’m calling
Oh sto chiamando, sto chiamando

And it isn’t over unless it is over 
E non è finita a meno che non sia finita
I don’t wanna wait for that 
Non voglio aspettare per questo
It’s gotta get easier and easier
Sarà sempre più facile


Libri come questo spezzano il cuore anche giorni dopo che l’hai finito, mentre si lasciano sfiorare con lo sguardo a distanza di sicurezza. Ti riempiono la testa di domande, paure, gioie. Frantumano violentemente la barriera invisibile dell’anima e si insinuano veementi dentro al cuore. Mozzano il respiro, lo trattengono e ne raddoppiano la frequenza. Ti impediscono di capire per quale motivo piangi, gioia e dolore assumono nuovi significati, a volte anche contrastanti. La sua scossa elettrica di questo romanzo non viene solo dalla storia ma da un magico insieme di emozioni, immedesimazione, temi importanti, vita e amore. Un’inestimabile lotta contro il tempo per dimostrare quanto valga la vita di ognuno di noi. Il dolore di lasciar scegliere le persone che amiamo. Che cosa significa davvero vivere? Che cosa significa scegliere? Ma soprattutto, cosa esiste dietro alla scelta di non vivere?

So come with me                                      
Quindi vieni con me
You’ll come with me-ey                           
Tu verrai con me-ey
So come with me
Quindi vieni con me
You’ll come with me-ey 
Verrai con me-ey
Not today
Non oggi
Not today
Non oggi
Not today
Non oggi
Not today
Non oggi

Grazie a storie del genere ringrazio Dio di avermi dato questa inestimabile passione e ringrazio Jojo Moyes per avermi regalato questa storia, con tutte le sue emozioni, sorrisi e lacrime. Ringrazio Will e Lou che mi hanno mostrato una nuova faccia dell’amore e non solo, anche della generosità, del rispetto, della fiducia e della forza.

 It’s gotta get easier and easier somehow        
   Sarà sempre più facile in qualche modo
Cause I’m falling, I’m falling                             
Perché sto cadendo, sto cadendo

And easier and easier somehow
E in qualche modo più facile

Oh I’m calling and calling
Oh, continuo a chiamare
And it isn’t over unless it is over
E non è finita a meno che non sia finita
I don’t wanna wait for that
Non voglio aspettare per questo
It’s gotta get easier and easier somehow
Sarà sempre più facile in qualche modo
It’s gotta get easier and easier somehow
Sarà più facile in qualche modo

E per finire ringrazio le storie che non finiscono con l’ultima pagina.

Not today
Non oggi
Not today
Non oggi
Not today
Non oggi
Not today
Non oggi
Not today
Non oggi




Valutazione d’inchiostro: 5

11 commenti:

  1. Ciao! Ho scoperto il tuo blog per caso e mi sono iscritta. Bella recensione, brava! Io prima di te è un colpo al cuore...mi è piaciuto tantissimo nonostante le lacrime versate. Anch'io ho un blog. Passa se ti va <3
    http://unprofondooceanodilibri.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela, grazie mille! :) Passo subito, e ti seguirò con piacere ;)

      Elimina
    2. Grazie mille Angela! 😊
      Io prima di te è proprio come lo descrivi tu: un colpo al cuore! Passerò a trovati sul blog ;)

      Elimina
  2. Ciao Elisa, non ho letto questo romanzo, da una parte mi attira molto, dall'altra preferisco leggere qualcosa di più leggero... magari prima o poi arriverà il suo momento!
    Della stessa autrice ti consiglio "L'ultima lettera d'amore"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel 🙂 Vedrai che quando sarà il momento ti chiamerà e se vorrai potrai farci sapere come è andata :)
      Terrò a mente il tuo consiglio, grazie mille! 😊😊😊

      Elimina
  3. Ciao! Bellissimo blog!
    Questo libro non l'ho ancora letto ma lo farò presto ;) Ciao ti ho nominata per il Liebster Award, un premio per blog meritevoli! Passa qui: http://bookscanchangeus.blogspot.com/2016/09/premio-liebster-award-2016.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco! Ma grazie mille ^_^ Passo subito con immenso piacere :)

      Elimina
    2. Ciao Francesco 😊
      Grazie!
      Se ti farà piacere ci aggiornerai con il tuo parere sul romanzo 🙂

      Elimina
  4. sono assolutamente d'accordo con te, questo libro ha letteralmente arricchito sia la mia vita che il mio cuore <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un romanzo che, al di là dei gusti, lascia un segno del suo passaggio :3

      Elimina
    2. È proprio così Ely, è una storia che va oltre alla storia ☺️🙃

      Elimina