giovedì 3 agosto 2017

Liebster award 2017

Ogni blog ha un suo modo di presentarsi, di farsi vedere al suo meglio. Il mio è Sogni d'inchiostro. Il mio piccolo angolo di paradiso. Una porta segreta che, inconsapevolmente, mi permette di esplorare un'infinità di mondi. I lettori che arrivano in verità non hanno bisogno di vedere altro, perché questo mio piccolo angolino è il concentrato di una passione alimentata col tempo sin da quando ero una bambina. Un mezzo di espressione che concentra due mie più grandi passioni: la scrittura e la lettura, ma anche diario di una giovane sognatrice romantica e un po' malinconica.
L'anno scorso, ho provato delle sensazioni incredibilmente strane quando scoprii che, partecipando inconsapevolmente a delle iniziative, il mio nome un giorno comparve nella lista dei vincitori. Medesima cosa è accaduta quest'anno, e quando Nik, Beth, Ariel e Letizia mi hanno informato, ho provato un'inspiegabile moto di felicità. 
Ancora una volta ci tengo a ringraziare queste gentili e disponibili blogger italiane che, attraverso i loro blog, hanno scritto qualche riga anche per me.
Domamde di Ariel del blog L'angolo di Ariel
1) Di quale libro vorresti essere la protagonista?
Senza alcun dubbio Tatiana Metanova de la saga di Il cavaliere d'inverno. Eroina forte e coraggiosa; materia finita in uno spazio infinito, che porta la bandiera della grazia e dà calore con generosità e perfezione.

2) Quali sono i tuoi film preferiti?
Nonostante tra qualche giorno compirò 25 anni, mi considero una grande estimatrice della saga di Shrek. In particolare il secondo, in cui l'amore romantico dei due orchi è ostacolata da una bizzarra Fata madrina e dal suo vanitoso figlio :D
Ma anche New Moon, Le pagine della nostra vita, Harry Potter e i doni della morte ( I e II), Stardust, Una serie di sfortunati eventi..

3) Quale corrente pittorica ti piace di più?
Francamente? Nessuna! Purtroppo non amo l'arte. Da adolescente, alle superiori, detestavo questa materia.

4) Sei mai andata a teatro?
Si, nonostante non lo ami particolarmente. Ho visto poche rappresentazioni, ma quelle poche a cui ho assistito mi hanno piacevolmente colpita J

5) Capelli lunghi o corti?
Lunghi, nonostante li porto corti.

6) Mare o montagna?
Mare. Sempre e solo mare XD

7) Qual è il tuo cibo preferito?
Per mia sfortuna sono molto golosa, e non disdegno mai una fumante e profumata pizza. O la croccantezza delle patatine fritte. Amo inoltre molto anche la Nutella ( una vera dipendenza ), il salame e le nespole.

8) Fai qualche collezione?
Ehm, si. La mia è un tipo di collezione un po' bizzarro, ma non inusuale. Recentemente mi è capitato di incontrare gente che ha la medesima ossessione. Io però preferisco definirla come una specie di "riguardo". E, nel mio caso, colleziono buste. Non le classiche buste da lettera, ma quelle che le commesse consegnano nei negozi dopo che la clientela acquista.
Amo inoltre collezionare conchiglie e agende. Quest'ultime in particolare. Da grande estimatrice della scrittura, un taccuino alla mano non dovrebbe mancare mai ;)

9) Hai il pollice verde?
No. A dire il vero no. Ma amo molto i girasoli e i tulipani.

10) Giochi a carte?
No. I giochi con le carte non mi sono mai piaciuti. Preferisco di gran lunga i giochi da tavolo J

11) Qual è la tua serie tv preferita?
Non mi reputo una grande estimatrice delle serie televisive, ma recentemente ho conosciuto un brillante e affascinante dottore: Dottor Who. Le sue scrupolose indagini, le sue innumerevoli peripezie, sono un balsamo per la viaggiatrice di parole che c'è in me.
Smalville, altra serie televisiva che si annovera alle mie preferite, ma anche Merlin, Sabrina vita da strega, Ghost whisper, e, anche se a cartone animato, I Griffin J

Domande di Letizia del blog Mete d'inchiostro  
1) Nella tua "vita reale", gli altri sanno che tieni questo blog? O la blogsfera è una specie di universo parallelo, una sorta di seconda identità come quella dei supereroi?
A eccezione di mia sorella e del mio ragazzo, nessuno dei miei parenti o conoscenti  è consapevole del mio blog ne della sua nascita. In famiglia sono l'unica ad amare così intensamente i libri e la buona letteratura, e non credo che fargli conoscere Sogni d'inchiostro cambierebbe le loro idee in proposito.

2) C'è qualcosa che proprio non sopporti ( senza fare nomi, ovviamente ) negli altri lit - blog?
Il mio blog, così come tanti altri, ospita un numero non indifferente di blogger italiani. Ognuno ha un modo tutto suo per esprimersi, di affacciarsi nel mondo, ma accumunati dalla medesima passione: la lettura. Criticare o "disprezzare" il salotto letterario di qualcuno non penso sia giusto, nonostante in alcuni blog mi sia sentita "estranea". Dunque, no. Sino a questo momento non ho trovato niente di insopportabile negli altri blog

3) Che rapporto hai ( o hai avuto ) con la lettura a scuola? La amavi? La odiavi? Ci sono libri che hai poi riscoperto a distanza di anni, e che hai amato nonostante ai tempi della scuola li considerassi indigesti?
Sono sempre stata una grande lettrice, sin dall'età di quattordici anni. Quindi il mio rapporto con la lettura, sui banchi di scuola, è il medesimo di adesso. Con gli anni le mie preferenze letterarie, i miei gusti sono notevolmente cambiati, ma da che io ricordi ho sempre amato leggere. Leggere è come una porta che si spalanca su un'infinità di mondi. Una parte del mio essere che mi completa, letteralmente.
E tanti sono stati i romanzi che, a distanza di anni, rispolverandoli, ho apprezzato maggiormente. Per citarne qualcuno: Bella del signore, Cime tempestose, Orgoglio e pregiudizio, Ragione e sentimento, e molti altri.


4) Come descriveresti la bellezza della lettura a chi non legge?
Non so dirlo con certezza, ma posso affermare che leggere mi ha sempre donato un certo abbandono. Ci sono un mucchio di storie che avrebbero bisogno di un battito per vivere; tanti amici da cui ritrarre conforto e solidarietà. La parola scritta ha sempre avuto un certo potenziale in me; lo scorrere dello sguardo e del respiro, il fluire o l'arrestarsi delle parole, gli slanci, gli indugi, le pause, l'attenzione che si concentra in mucchi di pagine che per un lettore alacre e bramoso rappresenta il fiato di tutta una vita… Un percorso che sembra uniforme e invece è sempre oggetto a rivelazioni o cambiamenti.

5) Classici o contemporanei? Cosa leggi di più e perché?
Mi considero una lettrice onnivara. Leggo un po' di tutto, a eccezione dei gialli o dei saggi che, ho disgraziatamente scoperto, hanno un effetto soporifero su di me.

6) In quale o quali momenti della giornata leggi?
Leggo ogni momento libero ho a mia disposizione. Il lavoro e la mancanza di tempo talvolta mi impediscono di dedicarmi al mondo della lettura proprio come desidero, ma quel poco di tempo che riesco a ritagliarmi lo dedico ai miei amati amici d'inchiostro.

7) Secondo te può esistere davvero il libro che "ti cambia la vita"?
Secondo me, si. Forse perché, nella mia carriera di lettrice, tanti romanzi hanno lasciato un segno nella sabbia del tempo. Romanzi che spaziano di genere, da cui ho potuto trarre beneficio o conforto. O, semplicemente, esperienze che mi hanno fatto comprendere meglio la realtà circostante.

8) Quali sono stati i libri della tua infanzia?
Matilde di Rohal Dall, La trilogia di Queste Oscure Materie di Philip Pullman, la saga di Cuore d'inchiostro di Cornelia Funke, ma anche quella di  Harry Potter di J K Rowling e di Twilight di Stephenie Meyer





9) Uno o più libri che ti hanno strappato una lacrima?
Proibito di Tabitha Suzuma, Le pagine della nostra vita di Nicholas Sparks, Allegiant di Veronica Roth, Un cuore in silenzio di Nicholas Sparks.

10) Qual è - se ne esiste uno - il genere letterario che proprio non riesci a digerire?
Il genere giallo. Purtroppo non amo le indagini o le investigazioni. Mi annoiano terribilmente!

11) Tra i personaggi femminili della letteratura, qual è il tuo preferito?
Sicuramente Jane Eyre e Tess dei D'Urbeville. Due eroine della letteratura inglese l'una diversa dall'altra, ma legate da un unico irrimediabile fattore: il coraggio o la forza interiore.

Domande di Beth del blog Libraia in soffitta
1) Qual è l'autore o l'autrice di cui possiedi più libri?
Murakami Haruki, con ben 17 libri ^_^

2) Compri libri di seconda mano e dove?
No, non compro libri di seconda mano. Amo i romanzi che profumano ancora di nuovo, di inchiostro appena rovesciato, e i romanzi di "seconda mano" non mi sono mai piaciuti!

3) Hai qualche animale domestico?
Si, un pincher di un anno e mezzo. Il suo nome è Kiko ☺

4) La tua citazione preferita?
Una sola? Uhm, vediamo un po'… Sicuramente quella di Arthur Schopenhauer:
"La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare."


5) Quale piatto cucini meglio?
La pasta col pesto XD Al momento sono un po' negata con i fornelli :D

6) Quale attore o attrice ami particolarmente?
Jude Law. I colori, l'aspetto fisico incarnano i miei prototipi di "uomo perfetto".

7) Di quale romanzo vorresti venisse tratto un film?
Senza alcun dubbio la saga de Il Cimitero dei libri dimenticati.

8) Un libro che non sei riuscita a terminare e perché?
Un viaggio chiamato vita di Banana Yoshimoto. Il motivo? Mi ha tediato moltissimo :/

9) Una piccola casa editrice che secondo te dovrebbe essere più conosciuta?
La casa editrice Tea. Parecchi miei romanzi sono in questa edizione, e credo che a questa piccola casa editrice bisognerebbe porgere un occhio in più di riguardo

10) Un paese straniero che desideri visitare, ma in cui non sei ancora stata?
Londra, o per meglio dire, Grimmauld place numero 12 ;)

11) La tua coppia letteraria preferita?
Tatiana Metanova e Alexander Belox, protagonisti della saga de Il cavaliere d'inverno.

Domande di Nik del blog Gli alberi da libro 
1) Qual è il tuo genere preferito e perche?
La narrativa contemporanea. Qualche anno fa avrei detto, senza ombra di dubbio, l'urban fantasy o il romantic suspense. Con gli anni i miei gusti letterari hanno subito dei mutamenti, e quest'oggi le mie strapiene librerie contengono molti romanzi di narrativa contemporanea anziché di altro genere.

2) Qual è invece il genere che proprio non sopporti?
I gialli. Mi annoiano molto, purtroppo :/

3) Hai mai pensato di abbandonare definitivamente il tuo blog o che prima o poi potrà succedere?
Per mia volontà, sino a quando la tecnologia e i computer esisteranno, Sogni d'inchiostro continuerà a crescere. Due anni fa è stato concepito in un momento particolare della mia vita, e volgergli le spalle sarebbe per me disonesto.
Il destino però talvolta ci riserva delle sorprese, non sempre piacevoli, e penso spesso che una mattina potrei svegliarmi, aprire blogger e non trovare più niente. Questo mi spaventa, lo confesso. Pongo tanta dedizione, lavoro e passione a questo piccolo angolino, e per me sarebbe un grandissimo dispiacere.

4) Ti senti più te stessa dentro o fuori dal blog?
La Gresi che scrive Sogni d'inchiostro è la medesima nella vita reale

5) Meglio un blog conosciuto e redditizio, con tempi, scadenze e collaborazioni vincolanti, o un blog ignorato ma spontaneo e indipendente? Perché?
Un blog ignorato ma spontaneo e indipendente, sicuramente. Mi piacciono quei blog che non amano stare sotto i riflettori.

6) Se ne avessi la possibilità, apriresti un altro blog? E se si di che tipo?
No. Questo mi basta e avanza XD

7) Recensioni: quanto ci metti a scriverne una? Sei sempre sincera nelle tue opinioni? Segui schemi particolari per scrivere?
Pur quanto ami scrivere, scrivere recensioni è quasi sempre un'impresa ardua. Mi pongo sempre l'obiettivo di comporre una melodia che legga il mio animo, e che arrivi dritto dritto ai cuori di chi mi legge. A volte, il tutto in maniera del tutto automatica. A volte, come un mestiere alquanto difficoltoso. Una passione sopita da anni, e ora riesumata sulla soglia dell'età adulta.

8) Che posto ha la poesia nel tuo blog? E nella tua vita?
Francamente nessuno. Il mio blog non parla mai di poesie, a eccezione di una raccolta di poesie che mi è stato concesso di leggere quest'anno. Ma, al di là di questo, non penso lo farò mai. Ho sempre preferito di gran lunga la prosa ai versi.

9) Ti piacerebbe vivere facendo la blogger letteraria di professione?
Si, assolutamente si. Quando nacque Sogni d'inchiostro ero disoccupata e in cerca di un'occupazione. In quel lasso di tempo consideravo la mia vita da blogger come un lavoro, un mestiere che occupasse ore preziose della mia vita. E, nonostante adesso lavoro, il tempo non è più così vasto come un tempo, continuo a pensarla così.

10) Quale libro porterai ( o hai portato ) in vacanza con te quest'anno?
Sono già stata in vacanza, ed ho portato con me I segreti della casa sul lago di Kate Morton.

11) Consiglia un libro che secondo te è indispensabile leggere prima di morire.
Anna Karenina di Lev Tolstoj. Lo lessi avidamente quattro anni fa, e a dispetto delle mie supposizioni fu una lettura meravigliosa. Serbo ancora un ricordo speciale, e lo consiglio sempre a chiunque mi chieda se leggere la letteratura russa sia o meno una perdita di tempo.

Ringrazio moltissimo le blogger che mi hanno citata. Queste le mie domande:
1) Cosa significa per te "leggere"?
2) Quanta importanza attribuisci ai libri e alla scrittura, e, al termine, cosa impari dai protagonisti delle storie lette?
3) Ad un lettore o una lettrice che non ha ancora letto il tuo romanzo preferito, quale consiglio gli daresti per farlo?
4) Ti è mai capitato, dopo aver letto un romanzo, di provare la sensazione che i personaggi della storia che hai appena letto hanno molto più da dire di quel che sembra?
5) Durante il processo letterario ti capita mai di porre i tuoi pensieri nero su bianco?
6) Come ti senti quando termini di leggere un romanzo?
7) Attribuisci dei significati particolari alle illustrazioni delle copertine dei romanzi?
Ti lasci influenzare facilmente dal loro modo di presentarsi, o sei quel genere di lettore che tiene più conto alla "sostanza"?
8) C'è un romanzo il cui finale non ti è piaciuto e che avresti voluto scrivere tu? Se si, quale? E, soprattutto, perché?
9) Quali sono i tuoi romanzi preferiti, o meglio, quali opere hanno influenzato la tua carriera di lettrice o lettore?
10) La lettura, secondo te, è qualcosa di innato?
11) Qual'era il tuo libro preferito quando eri adolescente? E quale libro hai riletto più volte?


Ringrazio ancora una volta le blogger che mi hanno nominata. Nomino a mia volta:
L'apprendista libraia
Lo specchio dell'anima
Blog di cinema e non solo...
The ink spell
Sogni intrisi nell'inchiostro

8 commenti:

  1. Ciao Gresi, grazie per aver risposto alle mie domande e complimenti per il numero di nomine ricevute :-)
    Anch'io adoro i girasoli e i tulipani e ho aperto il blog per occuparmi il tempo quando ero disoccupata!
    P.s. Carinissimo il tuo cagnolino :-)

    RispondiElimina
  2. Grazie Gresi per aver risposto, hai avuto un bel lavorone da fare con tutto queste domande! Che carino il tuo Kiko!

    RispondiElimina
  3. Ciao Gresi!!! Ti ringrazio tantissimo per aver risposto alle mie domande. Ero molto curiosa di conoscerti meglio e tutte le domande a cui hai risposto in questo post sono state molto eloquenti! Avrei voluto commentarti ogni risposta (quante cose in comuneeee), ma per non fare un poema volevo dirti solo due cose: Kiko è proprio un cagnolino dolcissimo e mi ha colpito moltissimo il titolo Bella del Signore. Cercherò di leggerlo a breve, quindi grazie;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per la nomina, Nik!! Attendo allora tuoi pareri ☺☺ sono davvero curiosa ☺☺

      Elimina
  4. Eccomi qui, perdonami il ritardo.. grazie per aver dedicato del tempo a rispondere alle mie domande :-)

    RispondiElimina