giovedì 20 aprile 2017

Gocce d'inchiostro: Harry Potter e il principe mezzosangue - J.K. Rowling

Quando credevo che di Harry e della sua straordinaria autrice ne avrei conservato e custodito gelosamente il ricordo, mi accorsi che la voce del maghetto più famoso del XXI secolo sovrastava ancora il rumore sordo dei miei pensieri. Se chiudo gli occhi, lo vedo qui accanto a me. Anni e anni di letture mi hanno tirato con tutte le sue forze fuori dal suo cerchio, al fine che io prestassi forse un po' più di ascolto. Quello però che è stato messo su è una saga meravigliosa, originale, che perpetuerà nel tempo molto più di quel che crediamo. E quest'oggi vi parlo di Harry, alterego della figlia dell'autrice, con lo stesso rispetto cui riserverei a una qualche famosa struttura o, addirittura, al Papa. In un caleidoscopio di immagini variopinte, eccitanti, che ci inoltrano in un labirinto di parole da cui non si desidera fare alcun ritorno.

Titolo: Harry Potter e il principe mezzosangue
Autore: J. K. Rowling
Prezzo: 13 €
Casa editrice: Salani
N° di pagine: 590
Trama: Alla fine dello scorso volume, abbiamo lasciato Harry Potter sconvolto, solo e preoccupato. Il suo amato padrino Sirius Black è morto, e le parole di Albus Silente sulla profezia gli confermano che lo scontro con Lord Voldemort è ormai inevitabile. Niente è più come prima: l'ultimo legame con la sua famiglia è troncato, perfino Hogwarts non è più la dimora accogliente dei primi anni, mentre Voldemort è più forte, crudele e disumano che mai. Harry stesso sa di essere cambiato. La frustrazione e il senso di impotenza dei quindici anni hanno ceduto il posto a una fermezza e a una determinazione diverse, più adulte.

venerdì 14 aprile 2017

Gocce d'inchiostro: Dannazione - Chuck Palahniuk

Titolo: Dannazione
Autore: Chuck Palahniuk
Casa editrice: Mondadori
N° di pagine: 230
Trama: Madison - la protagonista di queste pagine - ha tredici anni ed è una ragazzina come tante. Bé, insomma, più o meno … Figlia di una star del cinema parecchio narcisista e di un miliardario, viene, tra le altre cose, dimenticata per le vacanze di Natale nel suo collegio di iperlusso in Svizzera dai genitori, in giro per il mondo a caccia di orfani da adottare davanti ai media. Durante una notte degli Oscar, Madison riesce nella non facile impresa di morire per una overdose di marijuana, e all'improvviso si trova in una situazione assolutamente diversa da quella della maggioranza delle sue coetanee. Per dirla tutta, Madison non solo scopre di essere morta ma per giunta di essere finita all'Inferno, con la esaltante prospettiva di dover trascorrere un bel po' di tempo ( a occhio e croce l'eternità ) tra le fiamme e quei tormenti che lo hanno reso tristemente famoso. Insomma, è innegabile che sia difficile pensare positivo, ma Madison è una ragazza pratica e cerca da subito di rendere meno terribili le sue prospettive: prima di tutto deve farsi degli amici, poi deve scoprire come funzionano le cose all'Inferno. Infine ( e questo è un obiettivo mica da ridere ), deve cercare di farselo piacere. In poco tempo diventa amica di un gruppetto di coetanei: una cheerleader, un secchione, un punkrocker e un giocatore di football con cui attraverserà il Deserto di forfora e valicherà Colline di unghie tagliate, per arrivare alla città fortificata dove vive Satana …


mercoledì 12 aprile 2017

Gocce d'inchiostro: Ritratto di signora - Henry James

Ho nutrito un certo fascino, mista a una buona dose di curiosità per la signorina Isabel Archer; le mie previsioni si sono rivelate esatte, e la persona di cui ho dato importanza in questi giorni è stata proprio lei. Un'eroina della letteratura americana (o inglese ) che ha vagato ai bordi dell'anima di questa storia come una barca senza timone alla deriva di una corrente piena di scogli, o seduta in una poltrona forse un po' troppo grande per lei, con le lunghe gambe distese, la fronte aggrottata e gli occhi che seguivano febbrilmente i caratteri stampati.
Immaginazione, fascino; niente mi era piaciuto meno. Che ci posso fare, che cosa posso dire? Se Isabel possedeva anche lei questo << dono >>, che agli occhi di molti la faceva apparire come "irrecuperabile", potevo fingere che la cosa mi piaceva per questo? Per non parlare delle bellissime storie d'amore di cui sarà inevitabilmente protagonista? Assolutamente no! Altrimenti non si spiegherebbe il lasso di tempo trascorso per cui il mio soggiorno ha avuto una durata alquanto vasta. Attimi di vita, sospesi in un pulviscolo d'oro, con ombre che si allungano appena e nella luce, nell'aria, nel paesaggio, una divina delicatezza che pervade ogni cosa.



Titolo: Ritratto di signora
Autore: Henry James
Casa editrice: Bur
Prezzo: 12 €
N° di pagine: 535
Trama: Il ritratto di una Nuova Ragazza Americana, ricca di speranze e desiderosa di indipendenza, imprigionata nelle reti di un'Europa seducente e pericolosa. Dall'apparente dolcezza dei giardini inglesi agli intrighi dei salotti fiorentini e allo splendore non più consolatorio di una Roma ostile, Isabel compie la sua parabola alla rovescia, verso il sacrificio e la rinuncia, mentre intorno e dentro di lei si disgrega per sempre il romanzo tradizionale, dalle cui ceneri nascono i turbamenti del moderno.

mercoledì 5 aprile 2017

Gocce d'inchiostro: Finché le stelle saranno in cielo - Kristin Harmen

Mentre la storia di Alberto si contendeva il mio tempo libero, serate estremamente miti che hanno scandito attimi di vita, un'imminente sfida letteraria indetta su Facebook, per quattro domeniche, mi vide recarmi in un posto. In un luogo bellissimo che ha mitigato il mio animo di lettrice appassionata e romantica, in cui inevitabilmente si viene trascinati dalla risacca disomogenea del tempo. Alle soglie di un devastante conflitto interiore, in una realtà temporanea che scissa passato e presente, una favola moderna bellissima, sensibile ed emozionante che promette molto più di quello che riporta la quarta di copertina. Un romanzo la cui lettura avevo già compiuto qualche anno fa, che ha funto da antidepressivo agli effetti collaterali della vita. Mi ha offerto conforto e protezione al punto tale da non saper distinguere la realtà dalla finzione.
Titolo: Finché le stelle saranno in cielo
Autore: Kristin Harmel
Casa editrice: Garzanti
Prezzo: 16, 50 €
N° di pagine: 363
Trama: Da sempre Rose, nell'attimo che precede la sera, alza lo sguardo a cercare la prima stella del crepuscolo. E' quella stella, anche ora che la sua memoria sta svanendo, a permetterle di ricordare chi è e da dove viene. La riporta alle sue vere radici, ai suoi diciassette anni, in una pasticceria sulle rive della Senna. Il suo è un passato che nessuno conosce, nemmeno la sua amatissima nipote Hope. Ma adesso per Rose, prima che sia troppo tardi, è venuto il tempo di dar voce a un ultimo desiderio: ritrovare la sua vera famiglia, a Parigi. E, dopo sessanta lunghi anni, di mantenere una promessa. Rose affida questo compito alla giovane Hope, che non ha nulla in mano se non un elenco di nomi e una ricetta: quella dei dolci dal sapore unico e inconfondibile che da anni prepara nella pasticceria che ha ereditato da Rose a Cape Cod.
Ma prima di affidarle la sua memoria e la sua promessa, Rose lascia a Hope qualcosa di inatteso confessandole le proprie origini: non è cattolica, come credeva la nipote, ma ebrea. Ed è sopravvissuta all'Olocausto. Hope è sconvolta ma determinata: conosceva l'Olocausto solo attraverso i libri, e mai avrebbe pensato che sua nonna fosse una delle vittime scampate all'eccidio. Per questo, per dare un senso anche al proprio passato, Hope parte per Parigi. Perché è nei vicoli tra Place des Vosges, la sinagoga e la moschea che è nata la moschea di Rose, una promessa che avrà vita finché le stelle saranno in cielo. Sarà proprio lo sguardo curioso e appassionato della giovane Hope a svelarne il segreto fatto d'amore, di vite spezzate e soprattutto - come indica anche il suo stesso nome - di speranza. E a rivelare anche al lettore un segreto ancora più misterioso, una luce inattesa negli anni bui dell'Olocausto, un evento tanto storicamente accertato quanto poco conosciuto, che tuttavia ha salvato dall'orrore la vita di molte persone.

martedì 4 aprile 2017

Gocce d'inchiostro: Il marchio del serpente - Alberto Chieppi

Ritengo di avere un certo intuito letterario, e la storia di Alberto non ha deluso le mie aspettative. Che sollievo, penso, ogniqualvolta m'imbatto nella lettura di romanzi di autori esordienti, proprio come questo. Se il seme della lettura e della scrittura ha affondato sane radici sin da quando si è ancora nella tenera età e una discreta preparazione ne ha intensificato la pratica, sono certa che si possono ottenere dei buoni risultati.
Il romanzo di cui avrò il piacere di parlarvi oggi rientra in una di questo tipo di "situazioni", come mi piace definire. E se in questo martedì di inizio aprile mi trovo qui, a porre nero su bianco le mie vivide impressioni riguardanti il primo volume di una saga avvincente e avventurosa che, sono certa, appassionerà tutti gli amanti del genere, evidentemente Alberto è dotato di un meraviglioso talento che, seppur ancora non definitivamente, ha compiuto quegli sforzi necessari per far si che la storia di Sam avesse una forma.
E voi, amici lettori? Cosa aspettate? Lasciatevi sedurre dalla magia e dal potere inebriante che celano queste splendide pagine. All'inizio, vi assicuro, vi lasceranno a bocca aperta. Gente che vedendo per la prima volta il Reame Incantato vedrà trascinarsi in un'unica realtà che ben presto diventerà anche loro, dubitando se il mondo in cui è destinata a vivere ha qualcosa in confronto. Valicando una barriera invisibile che, circondati dall'entusiasmo, gli permetterà di arrivare ovunque.

Titolo: Il Marchio del Serpente
Autore: Alberto Chieppi
Casa editrice: Selph pubblishing
Prezzo ebook: 2, 50 €
N° di pagine: 497
Trama: Sam è un teppistello quindicenne che vive nei sobborghi milanesi, passando le giornate saltando la scuola e vagando per la città senza meta. Una notte, la sua intera esistenza viene stravolta quando l'avvenente vicina di casa lo salva dal tentativo di rapimento da parte degli Spector. Sam scopre così di essere uno stregone destinato a salvare il Reame Incantato dall'oppressiva tirannia del Cancelliere Magnus Paladin, a cui gli Spector rispondono. Incredulo ma convinto a scoprire la verità sulle proprie origini, Sam attraversa il portale magico che lo catapulta in un mondo pericoloso abitato da maghi e stregoni in perenne rivalità. Sirio Paladin, figlio minore del Cancelliere, vive invece all'ombra del nome della sua potente famiglia e dei fratelli ben più abili e coraggiosi; il giovane mago, durante il suo addestramento, resta coinvolto in un complotto ai danni del padre che cercherà di sventare con ogni mezzo. I due ragazzi scopriranno, ognuno a suo modo, che le loro vite sono in balia di forze oscure e che dovranno lottare per salvarsi e trovare il loro posto in un mondo popolato da goblin pasticcioni, misteriose confraternite e draghi terrificanti, proprio mentre un antico male viene liberato e minaccia di distruggere l'intero Reame Incantato a capo di un esercito di orchi, non - morti e uomini lucertola.

domenica 2 aprile 2017

Romanzi su misura: Marzo

Nessun dubbio! Anche questo mese che ci siamo appena lasciati alle spalle ha avuto come protagonisti un numero spropositato di letture.
Non c'è stato alcun programma ne uno schema ordito in precedenza, né alcun buon proposito che mi sorprendesse questo pomeriggio a scrivere queste poche righe. Leggere mi aiuta a sopravvivere, a cogliere quelle buone ragioni che giorno dopo giorno intensificano il mio amore e non mi importa se questo possa aggravare sulla mia posizione sociale. Io non intendo farlo, e con questo stato d'animo vi parlo di quegli amici di'inchiostro che per trenta giorni non mi hanno mollata nemmeno per un secondo. Allontanandomi dal grigiore del mondo, avvicinandomi alla cima per poi contemplarne il paesaggio.
                       

venerdì 31 marzo 2017

Gocce d'inchiostro: Andromeda Heights - Banana Yoshimoto

Titolo: Andromeda Heights
Autore: Banana Yoshimoto
Casa editrice: Feltrinelli
Prezzo: 7, 00 €
N° di pagine: 100
Trama: Quando la nonna guaritrice decide di lasciare il Giappone, Shizukuishi si ritrova improvvisamente sola e deve abituarsi in fretta alla vita in città: uno spazio nuovo, incomprensibile e persino minaccioso. Porta sempre dentro di sé il ricordo della vita tra le sue amante montagne, in comunione perfetta con piante e animali, ripensa alle notti stellate e al verde brillante, alle mille manifestazioni della natura, agli sguardi delle persone che si avventuravano per quei sentieri impervi serbando nel cuore la speranza di una guarigione. Lontana dal suo ambiente, Shizukuishi cercherà una nuova famiglia, una casa in cui tornare, qualcuno da amare, una dimensione in cui poter essere se stessa. E un giardino pieno di cactus. Una storia di solidarietà e amicizia, di rispetto per la natura e per gli esseri umani. Piccoli gesti, percezioni sottili, silenziosi linguaggi: un romanzo delicatissimo e dai toni tenui che invita a sospendere per qualche ora l'incredulità e a tornare alla gioia tranquilla delle cose semplici.

giovedì 30 marzo 2017

Gocce d'inchiostro: La lettrice - Traci Chee

A distanza di qualche settimana dai miei ultimi acquisti, La lettrice è stato quel compagno di viaggio che ha atteso il suo turno nel momento più adatto per cui potessi leggerlo. Acquistato impulsivamente, che ha funto da antidepressivo dagli effetti evidenti e immediati, vi ho cercato rifugio nel momento del bisogno e accresciuto in me il piacere che può dare la parola scritta; seppur discretamente, ma avvertendo quell'inspiegabile piacere che prende quando si cerca di penetrare nell'anima di qualcuno. Abbandonandosi all'immaginazione, alla bellezza o all'invenzione letteraria.
Titolo: La lettrice
Autore: Traci Chee
Prezzo: 9,90 €
Casa editrice: Newton Compton
N° di pagine: 380
Trama: Sefia sa cosa significa dover sopravvivere. Dopo che il padre è stato brutalmente ucciso, è fuggita con la misteriosa zia Nin, che le ha insegnato a cacciare, seguire le impronte e rubare. Ma quando Nin viene rapita, Sefia rimane completamente sola. L'unico indizio che può aiutarla a ritrovare Nin è uno strano oggetto rettangolare che il padre ha gelosamente custodito fino al giorno della sua morte. Un manufatto mai visto prima, di cui nessuno le aveva mai parlato, perché nel mondo in cui è nata e cresciuta la lettura è un'attività proibita. Con l'aiuto di questo libro e di un ragazzo che nasconde oscuri segreti, Sefia cercherà di salvare la zia Nin e scoprire che cosa sia realmente accaduto il giorno in cui suo padre è stato ucciso.