martedì 30 giugno 2015

Gocce d'inchiostro: Un magnifico equivoco - Jamie McGuire

Buon pomeriggio!!
Mentre la mia avventura con Brie e la sua tragica storia svolge al termine, rieccomi qui pronta a lasciarvi il mio pensiero, e quella della nostra Elisa, sul secondo romanzo che compone la trilogia Happenstance: Un magnifico equivoco.


Titolo: Un magnifico equivoco
Autore: Jamie McGuire
Prezzo: 10,00
Casa editrice: Garzanti
Numero di pagine: 127
Trama: La vita di Erin è cambiata all'improvviso. Tutto quello in cui ha sempre creduto si è rivelato una bugia. E ora, in una nuova casa e in una nuova famiglia, non sa più quale sia il suo posto. Si sente smarrita e sola. A scuola nessuno riesce a capirla, nessuno riesce a starle vicino. Nessuno tranne Weston. Erin non può ancora credere che il ragazzo più irraggiungibile del liceo abbia scelto proprio lei. Far finta di resistere ai suoi occhi verdi e profondi è stato inutile. Con lui accanto ogni cosa ha un sapore diverso, una luce speciale. Ma i problemi sono sempre dietro l'angolo. Perché Weston è una calamita per situazioni complicate. Perché a volte per seguire l'istinto fa la mossa sbagliata. E ci sono verità che non possono restare nascoste per sempre. D'un tratto il loro amore inesauribile e unico sembra farsi in pezzi come un castello di sabbia risucchiato dalle onde. Erin non crede più a nulla. Perdersi in quello sguardo che le dava sicurezza e felicità è diventato difficile. Il suo cuore torna a chiudersi per non soffrire ancora. Eppure Weston conosce la strada che porta ai suoi sentimenti più fragili. Conosce le parole giuste da sussurrarle. Conosce il modo per difenderla dalle sue stesse debolezze. Adesso Erin deve trovare dentro di sé la forza di combattere contro tutto e tutti. Contro un passato che ha ancora molto da raccontare e contro la paura di ammettere che quello che la lega a Weston è pura magia. Perché anche per sognare ci vuole coraggio.

La recensione di Elisa:
La narrazione del precedente romanzo era stata piuttosto frettolosa e la storia di Erin e Weston filava liscia come una perla sulla seta; eppure c'era qualcosa che mi aveva lasciato insoddisfatta. Avevo bisogno di conoscere il seguito della vicenda, nell'immediato. Rapidamente iniziai la lettura e anche il secondo romanzo scivolò via. Eppure stavolta non c'era nessuna ombra di insoddisfazione. Dalla metà in poi, la storia prende una piega diversa, ponendoci nuove e brillanti novità.
La vita di Erin è cambiata da un giorno all'altro. La ragazza si è ritrovata sola, in una nuova casa e con una nuova famiglia, ma questa volta i suoi genitori la amano davvero, e vogliono rifarsi di tutto il tempo perso. Adesso nessuno la chiamerà più Easter, ma le maldicenze continuano imperterrite tra i banchi e i corridoi di scuola. A sollevarla da tutto per fortuna c'è Weston, il ragazzo dolce e pieno di sogni del primo romanzo, che continua a starle affianco, aiutandola e proteggendola. Tutto sembra essere perfetto. Ma come l'estate lascia posto all'autunno, le cose belle divengono brutte. Il passato bussa ancora, nella finestra virtuale della vita di Erini. Infatti, un giorno la protagonista sarà sottoposta a nuove scioccanti scoperte che metteranno a rischio anche il suo rapporto con Weston. Erin non trova più sicurezza e felicità in quegli occhi color smeraldo. Ma lui sa quali sono le parole da usare per arrivare dritto al cuore della sua fidanzata; sa come rivelarle la verità, senza doversi preoccupare delle conseguenze. Erin si troverà davanti a un sentimento che non riesce a controllare, tanto bello quanto potente: l'amore. Darsi forza, lasciarsi il passato alle spalle, affrontare le proprie paure e superare il dolore; questo è tutto ciò su cui deve contare Erin.
Di nuovo ripongo il libro al suo posto, afferrando già con foga il terzo, nonché ultimo volume della serie Happenstance, pronta a conoscere il finale della storia di Erin e Weston.


La mia recensione:
Quando tornai da Erin e dalla sua dolce metà ricordi che credevo fossero rimasti sopiti nel tempo rimbalzarono su e giù, tornando cristallini come il ticchettio di un orologio. Una coltre di nebbia cominciò a diradarsi, figure evanescenti, sfocate presero vita, ed io guardavo ammirata ciò che stava per accadere: figure che non riuscivo a mettere a fuoco d'improvviso erano divenute persone; diapositive, nozioni di una vita lontana, passata; un amore romantico che strappa il cuore a lettori avidi di conoscenza. Immagini che, col passare del tempo, hanno  acquisito un loro significato in cui in ognuno è rappresentata una storia. Una storia in cui è stato impossibile non farsi assorbire completamente Atrofizzando i pensieri. Operando silenziosamente come una magia.

sabato 27 giugno 2015

Le recensioni di Elisa: Luna di miele a Parigi - Jojo Moyes

Buon sabato, amici lettori!
Quest'oggi, la nostra Elisa, vi augura buon weekend lasciandoci il suo pensiero, semplice ma molto carino, sul romanzo di Jojo Moyes: Luna di miele a Parigi. Letto anch'io l'anno scorso, in un periodo non molto dissimile da questo, quando l'idea di aprire un blog era lontana anni luce. 
Buona lettura, e a presto! :)


Titolo: Luna di miele a Parigi
Autore: Jojo Moyes
Prezzo: 3,90  
Casa editrice: MondandoriUna meravigliosa bugia
Numero di pagine: 89
Trama: Al centro di questo racconto due romantiche e tormentate storie d'amore quella di Sophie e Édouard Lefevre in Francia durante la Prima guerra mondiale e, circa un secolo dopo, quella di Liv Halston e suo marito David. "Luna di miele a Parigi" - uscito in Inghilterra solo in ebook - si svolge alcuni anni prima degli eventi narrati nel romanzo "La ragazza che hai lasciato," quando le due coppie si sono appena sposate. Sophie, una ragazza di provincia, si ritrova immersa nell'affascinante mondo della Belle époque parigina ma si rende conto ben presto che amare un artista apprezzato come Édouard implica qualche spiacevole complicazione. Circa un secolo più tardi anche Liv, travolta da una storia d'amore appassionante, scopre però che la sua luna di miele parigina non è la fuga romantica che aveva sperato...


venerdì 26 giugno 2015

Gocce d'inchiostro: Una meravigliosa bugia - Jamie McGuire

Buon pomeriggio, amici lettori! Otto giorni fa, Sogni d'inchiostro ha emesso il primo vagito. E, rimasto inattivo, per qualche giorno, quest'oggi, si è mosso agile e deciso, con la recensione di un romanzo che ho trovato davvero molto carino. Dolce, ma un po' acerbo, ho avuto il piacere di leggerlo assieme alla mia socia, nonché compagna di vita e letture, Elisa, che, ignara del successo della McGuire, ne è rimasta colpita. Augurandovi buona lettura e buon weekend, vi lascio con la speranza che voi possiate fare tante splendide ed emozionanti letture!




Titolo: Una meravigliosa bugia
Autore: Jamie McGuire
Prezzo: 10,00  
Casa editrice: GarzantiUna meravigliosa bugia
Numero di pagine: 116
Trama: Erin è all'ultimo anno di liceo e da sempre si sente diversa. Perché al contrario dei suoi compagni non ha una bella macchina, non veste alla moda, non va alle feste. Perché Erin è cresciuta da sola, con una madre che non riesce a prendersi cura di lei. Il suo unico desiderio è quello di fuggire. Fuggire da quella città, da quella scuola, dagli altri ragazzi che non fanno altro che criticarla. Fuggire e ricominciare da zero. Ma un giorno nella gelateria dove lavora entrano due occhi verdi che Erin conosce bene. Appartengono a Weston, il ragazzo più popolare del liceo. Weston che non ha paura di nessuno e ottiene sempre quello che vuole. Nessuna riesce a resistergli e ora all'improvviso sembra accorgersi proprio di lei. Lei che si è sempre sentita inadeguata e imperfetta. Erin non ha dubbi, non può cadere nella trappola di quello sguardo. Da un tipo così bisogna stare il più lontano possibile. È la scelta sbagliata. Eppure bastano solo poche ore passate a parlare per scoprire che dietro l'immagine di ragazzo forte e invincibile si nasconde un animo pieno di sogni. Sogni che paiono irrealizzabili come quelli di Erin. Weston è il solo che comprende le sue insicurezze e le sue paure. Il solo che la fa sentire protetta, al sicuro. Ma lasciarsi andare non è facile. Soprattutto ora che una notizia inaspettata ha cambiato ogni cosa. Perché la vita può essere tutta una bugia. Per Erin permettere a qualcuno di avvicinarsi tanto da non avere più segreti è un'impresa ardua. Quasi impossibile. 


La recensione di Elisa:
Happenstance. Copertine colorate e ragazzi follemente innamorati: ecco la nuova trilogia di Jamie McGuire e i suoi nuovi personaggi. Erin e Weston. Stringendo il libro tra le mani, mi domandavo cosa avrei dovuto aspettarmi da questa nuova storia. Per soddisfare questa curiosità c'era solo una risposta: leggerlo. Fin dalle prime pagine mi sono ambientata nel mondo di Erin e degli altri personaggi. Sarebbe stato impossibile non entrare in sintonia con la protagonista.Erin frequenta l'ultimo anno di liceo e non vede l'ora di uscire da lì, perché sommersa da una realtà che non è più la sua. Si sente diversa da tutti gli altri perchè non indossa vestiti firmati e non arriva a scuola sfoderando una brillante macchina nuova; per questi motivi è vittima di prese in giro e critiche. Ma ormai l'anno scolastico è al termine, dopo di che potrà fuggire da quella città, fuggire da una madre assente e drogata. Eppure c'è qualcosa a cui non riesce a sottrarsi, e sono due occhi color smeraldo; quelli di Weston, il ragazzo più popolare dell'istituto. Ora lui sembra interessarsi a lei, proprio a Erin Easter. Ma lei non può lasciare che il suo cuore si affezioni a un ragazzo come lui. Lei non si sente adeguata ad un ragazzo così, ma lui sembra deciso a voltare le spalle alla popolarità per lei. Solo in compagnia ereggono un muro che li difende da tutto, persino dai brutti sogni. Nelle serate si rifugeranno insieme in un angolo di mondo che solo loro possono conoscere. 
Basterà poco tempo in compagnia per capire che Weston è un ragazzo diverso da come appare. Ha un'anima dolce e delicata, proprio come quella della protagonista. I due ragazzi coltivano sogni irrealizzabili e sembrano capirsi l'uno con l'altro. Sembra tutto così irreale per Erin, soprattutto quando una notizia inaspettata giunge alle sue orecchie. La vita può essere una bugia, una meravigliosa bugia.La prima storia di Erin mi è scivolata fra le dita, breve e veloce, come sabbia che scorre sul palmo di una mano. E' romanzo scorrevole, dolce e diverso, che mi ha dato il giusto tempo di riporlo sullo scaffale e, con un sentimento di piacere misto a gioia, appropriarmi immediatamente del secondo.

giovedì 18 giugno 2015

Postfazione

Avanti, stimato lettore, addentrati senza paura nelle pagine di questo diario, dove troverai incredibili confessioni che spero arrivino dritto al tuo cuore e forse anche alla tua coscienza.
Anche se è mio dovere avvertirti, valente lettore, che qui ti troverai davanti una serie di confessioni che forse non immagini neanche.