mercoledì 31 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: Scarlet. Cronache lunari - Marissa Meyer

Alla fine di ogni mese, come del resto alla fine di ogni anno, tiro le somme. Non nascondo più i miei appunti, il discreto numero di letture che mi hanno accompagnato in questo lasso di tempo, per quanto non mi piaccia "mostrare" sempre tutto subito e impulsivamente. Per quanto sia stato impegnativo raggiungere il mio obiettivo, subito dopo la lettura del secondo volume delle Cronache lunari, mi trovo nuovamente qui a schiarirmi le idee. Non si tratta dell'ennesimo gesto avventato, ma chi può dirlo con certezza? La soluzione migliore è stata quella di riporre nero su bianco le mie vivide impressioni al riguardo, perché in fondo se queste poche righe le leggerà qualcuno spero sortiscano qualcosa.
 Titolo: Scarlet. Cronache lunari
Autore: Marissa Meyer
Casa editrice: Mondadori
Prezzo: 17 €
N° di pagine: 427
Trama: Anno 126, Terza Era. Androidi e umani popolano le strade di Nuova Pechino, sotto lo sguardo implacabile degli abitanti della Luna. Cinder, giovane cyborg e legittima erede al trono lunare, evade dalla prigione in cui è stata rinchiusa per partire alla volta di Parigi, alla ricerca della donna che in passato l'ha nascosta dalla malvagia Regina Levana. Il suo destino si intreccia a quello di Scarlet, giovane contadina francese costretta ad abbandonare la sua fattoria per ritrovare la nonna, scomparsa senza lasciare traccia. Insieme, con l'aiuto dell'ambiguo Wolf, esperto di combattimenti clandestini, e dell'affascinante cadetto Carswell Thorne, Scarlet e Cinder, moderna Cappuccetto Rosso, dovrà attraversare una città insidiosa come il profondo del bosco, e scoprire se dietro il conturbante Wolf si nasconde un alleato … o un predatore.

lunedì 29 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: Vorrei incontrarti ancora una volta - Kate Eberlen

A qualche ora di distanza dal termine della lettura, spiego di quando alle soglie della maturità ho deciso di abbracciare la storia che la Eberlen si porta dentro attraversando l'intera storia di due generazioni di ragazzi comuni, partendo dal nostro amato paese, ed affondando le radici nei cuori di ognuno di loro, per passare al dramma dal semplice intento morale per approdare fra le pagine di una discreta commedia che dà una certa importanza al destino, in quasi cinquecento pagine durante l'ondata planetaria che interseca gli anni '90 e il 2000.

Titolo: Vorrei incontrarti ancora una volta
Autore: Kate Eberlen
Casa editrice: Garzanti
Prezzo: 17, 60€
N° di pagine: 448
Trama: Dicono che il destino, come un abile prestigiatore, decida chi entrerà nella nostra vita. E per Tess e Gus, due diciottenni desiderosi di cogliere tutto quello che il futuro ha da offrire, il destino si presenta sotto forma di un incontro tanto casuale da essere indimenticabile. In una calda mattina estiva, nella basilica di San Miniato al Monte di Firenze, i loro sguardi si incrociano per la prima volta. E' questione di un attimo fugace. Qualche parola sussurrata nel silenzio. Un sorriso rubato, forse promessa di un domani insieme. Ma le loro strade si dividono con la stessa fugacità con cui si erano sfiorate. Tess è costretta a crescere prima del previsto: abbandona il suo sogno di diventare una scrittrice per prendersi cura della sorellina. Gus finisce intrappolato in una vita che non gli appartiene rinunciando all'arte che ama tanto. Entrambi sono andati avanti e sembrano essersi lasciati alle spalle quell'estate toscana. Eppure, il destino nel corso del tempo li fa incontrare di nuovo. Sempre per brevi istanti di silenziosa perfezione dove tutto torna a essere possibile. Poi, li allontana di nuovo. Fino a quando, un giorno di molti anni dopo, sono di nuovo là dove tutto è cominciato. Oggi come allora, a separarli qualche metro di distanza. Una distanza che forse non è più incolmabile. Perché le loro sono due vite parallele con un unico destino: incontrarsi per sempre.

sabato 27 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: Cinder. Cronache lunari - Marissa Meyer

Un piede di metallo che scintilla tra il manto della notte. Una tenue luce che disegna i bordi di una città luminosa e sfavillante. Una ragazza, sotto certi aspetti comuni, ma affetta da una brutta "condizione" . La storia della Meyre mi ha portata lontana. Fra i quartieri vecchi di una città futuristica, e una massa indistinta di forme e figure che si sono confusi alla mia. Con quest'ennesima recensione, quest'oggi, anch'io desidero portarvi lontano. Alle soglie di un sanguinoso e violento conflitto mondiale, con un manipolo di potenti cavalieri e l'occhio vigile di una potente regina, che ha legato la mia anima a quella di questi personaggi senza che io me ne accorgessi.

Titolo: Cinder. Cronache lunari
Autore: Marissa Meyer
Casa editrice: Mondadori
Prezzo: 17 €
N° di pagine: 394
Trama: Cinder è abituata alle occhiate sprezzanti che la sua matrigna e la gente riservano ai cyborg come lei, e non importa quanto sia brava come meccanico al mercato settimane di Nuova Pechino o quanto cerchi di adeguarsi alle regole. Proprio per questo lo sguardo attento del Principe Kai, il primo sguardo gentile e senza accuse, la getta nello sconcerto. Può un cyborg innamorarsi di un principe? E se Kai sapesse cosa Cinder è veramente, le dedicherebbe ancora tante attenzioni? Il destino dei due si intreccerà fin troppo presto con i piani della splendida e malvagia Regina della Luna, in una corsa per salvare  il mondo dall'orribile epidemia che lo devasta. Cinder, Cenerentola del futuro, sarà combattuta tra il desiderio per una storia impossibile e la necessità di conquistare una vita migliore. Fino a un'inevitabile quanto dolorosa resa dei conti con il proprio oscuro passato.

giovedì 25 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: Dolores Claiborne - Stephen King

Sempre per una sfida indetta su Facebook, l'ennesima, prima di salutare questo primo mese dell'anno ho accolto nel mio cantuccio personale Stephen King. Ma più che accoglierlo ho salutato un caro amico in quanto la mia prima lettura di uno dei suoi romanzi risale a qualche anno fa.
Il romanzo che recensirò quest'oggi invece mi ha impedito di circondami di voci amiche, mi ha permesso di camminare da sola in una vasta ala di tribunale, ascoltare la confessione di una giovane e impaurita donna, e lasciata sedurre dalla storia folle e ingarbugliata di Miss Vera Claiborne.
Se siete curiosi di scoprire cosa celino dunque queste pagine, non esitate a buttarvi nella mischia! King è davvero il maestro dell'horror. E presto o tardi altre sue opere affolleranno gli scaffali strapieni della mia libreria.
Titolo: Dolores Claiborne
Autore: Stephen King
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Prezzo: 9, 90 €
N° di pagine: 267
Trama: Raccontata in prima persona la tormentata vicenda e insieme la confessione di Dolores Claiborne, una donna di fatica del Maine: la misteriosa scomparsa del diabolico marito, le angherie inflittele da una proprietaria terriera senza cuore, le violenze subite dalla giovane figlia e inoltre una sorpresa finale, in puro stile King.

mercoledì 24 gennaio 2018

Amori di carta: Alessandro Baricco

L'appuntamento con la mia amata rubrica Amori di carta qualche tempo fa ha avuto la voce di Libba Bray. Volutamente, con passo spedito e frettoloso. Con l'avvento del nuovo anno sapevo che presto avrei dovuto creare un nuovo post, con questa volta protagonista indiscutibile un altro dei miei autori preferiti: Alessandro Baricco. Come altri autori, negli ultimi mesi, il mio obiettivo si trattava di non prolungarmi o meno con il visto di soggiorno nel mondo dei sogni e dell'inchiostro per più di un mese, pur di avere un nuovo amico, una nuova opportunità per esplicare il mio amore inconfutabile nei suoi riguardi.
Le sue storie comportano quasi sempre una strana anestesia dalla quale spesso e non poche volte mi sono risvegliata senza comprendere appieno quel che mi circondava per almeno qualche ora. Per questo e altri motivi Baricco è in lizza degli autori di cui apprezzo particolarmente il talento letterario che, amato e odiato da molti, in certi periodi della mia vita, soprattutto in questo, mi ha accompagnato fedelmente dinanzi alla soglia di un mondo caotico e crudele, come un simbolo per la mia anima romantica e sognatrice in cui ho giocato a essere in grande intimità.

martedì 23 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: Emmaus - Alessandro Baricco

Mi capita ogni tanto di leggere romanzi brevi di Alessandro Baricco, così come mi capita di dovermi spostare repentinamente da un posto all'altro. In quel momento ci sono io, la mia anima, pronta ad imbarcarsi in una nuova avventura.
Emmaus non si può considerare memorabile, ne altrettanto bello come Oceano mare o Castelli di rabbia. Trattandosi di una novella alquanto breve, quasi un monologo di crescita interiore, leggerlo brevemente è stato divertente. Coinvolgente e appassionante come del resto sono per me tutti i romanzi di questo autore.

Titolo: Emmaus
Autore: Alessandro Baricco
Casa editrice: Feltrinelli
Prezzo: 8 €
N° di pagine: 139
Trama: Parabola di vita, romanzo di formazione, Emmaus segue il percorso di quattro giovani uomini alla scoperta del mondo e di loro stessi, delle loro potenzialità positive e negative, dei labili confini tra perdizione e salvezza. Sullo sfondo gli adulti, i genitori, rimangono figure evanescenti. Solo a tratti escono dal loro torpore per cercare un contatto con i figli, con imbarazzo e quasi con timore.

lunedì 22 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: La donna in bianco - Wilkie Collins

Sono appena ritornata da un viaggio davvero straordinario, qui nella mia camera. Per calmare la mia impazienza ripongo queste poche pagine, fra le vecchie mura della mia casa, nella pace del pomeriggio. Una calma che mi ha confortata, che mi ha permesso di sentire e vedere ogni cosa, prima di correre fra vie tortuose e incolte e ritrovarmi finalmente tra le braccia dei personaggi di Collins.

Titolo: La donna in bianco
Autore: Wilkie Collins
Casa editrice: Fazi
Prezzo: 14, 90 €
N° di pagine: 508
Trama: Quale terribile segreto nasconde la misteriosa figura femminile che si aggira per le buie strade di Londra? Questo è solo il primo di una serie di intrighi, apparizioni e sparizioni, delitti e scambi di identità che compongono la trama de "La donna in bianco".






sabato 20 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: La ragazza delle perle - Lucinda Riley

La lettura del romanzo di cui vi parlerò quest'oggi non nasconde il mio apprezzamento: una bella, semplice ma avvincente storia, pubblicata quest'anno, e letta esclusivamente per l'ennesima sfida indetta su Facebook J Come un vascello, sono stata trasportata in mezzo a isolotti soleggiati, coperti di spiagge dalla fine sabbia, cielo e mare divenuti quasi cristallini. E tutt'attorno, uno spettacolo che ha gettato una particolare luce su un mondo che ha tanto di sacro e religioso e, affacciarsi sulla sua balaustra, mi ha permesso di godere della commovente bellezza di una famiglia che mi si è posta dinanzi, assieme ad avvenenti dame o cameriere deste e servizievoli, tutti in silenzio, pronti a seguire ogni mia mossa.
Titolo: Le sette sorelle. La ragazza delle perle
Autore: Lucinda Riley
Casa editrice: Giunti
Prezzo: 15, 90 €
N° di pagine: 672
Trama: Londra. CeCe è a un punto di rottura: dopo la morte del padre ha provato a riversare tutte le sue energie nell'arte, ma si sente più sola che mai. Abbandonata da Star, la sorella preferita che ha ormai trovato la sua vera famiglia e un nuovo amore, e senza ispirazione, decide di fuggire da Londra alla ricerca del suo passato. Gli unici indizi sono una foto in bianco e nero e il nome di una pioniera australiana vissuta un secolo prima. Durante il viaggio per Sydney, CeCe decide di fermarsi nell'unico posto dove si sente davvero se stessa: le meravigliose spiagge di Krabi, in Thailandia. Lì, tra turisti e backpackers, incontra Ace, un giovane singolare e solitario quanto lei, con un segreto da nascondere … Australia, 1906. La giovane kitty McBride, figlia di un pastore di Edimburgo, arriva in Australia come dama di compagnia della benestante signora McCrombie. Ad Adelaide, il suo destino si intreccia con quello della famiglia Mercer, che possiede un impero nel commercio delle perle. Da una parte Drummond, impetuoso e passionale, e dall'altra suo fratello Andrew, sensibile e gentile, due gocce d'acqua dal carattere opposto che si innamoreranno della stessa donna.

venerdì 19 gennaio 2018

Danzando su carta 10°

Chi mi conosce oramai lo sa; i libri sono la mia droga, il mio pane quotidiano. E non provando alcuna inclinazione se non per il profumo di carta bianca appena stampata o d'inchiostro fresco, dopotutto, sembra quasi un buon surrogato contro gli aspetti negativi della vita. Una lista di libri ancora da leggere e vivere, uno scambio di opinioni, un appuntamento nella libreria più vicina della mia città col tuo autore preferito e di nuovo il fulcro fondamentale posto in mezzo a un marasma di cose, romanzi o opere di autori conosciuti e sconosciuti che mi portano sempre piuttosto lontano da dove mi trovo, la mia città natale, ma che senza questa mia splendida ricerca nella continua scoperta di voci sconosciute non mi sarebbero mai capitate.
I libri perciò sono parte fondamentale della mia vita e il resto, come ogni cosa, viene da sé. O quasi. La letteratura è divenuta parte della mia anima e, mio Dio, quante cose sono seguite da quel fare la conoscenza di fate avvenenti o castelli incantati un pomeriggio di tanti anni fa, in un giro in macchina in un piccolo paesino della mia città dal quale la gente sembrava essere stata succhiata via e le cui case, dipinte di bianco e di celeste, mi facevano venire l'angoscia al pensiero che uno potesse essere condannato a viverci.
Estrapolata da una cartella di un vecchio baule ancora in buono stato, torna la rubrica Danzando su carta con una piccola carrelata di entrate libresche. Romanzi comprati mediante regali natalizi, o per il semplice gusto di farlo.
Mi piace, anche se non dovrei farlo così spesso, abbellire i miei scaffali, nonostante le varie spese incombenti, avvertendo però in tutto ciò un infinito entusiasmo. Una felicità imprecisata che solo chi ama i libri riesce a comprendermi.

martedì 16 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: L'isola dei demoni - Ilaria Vecchietti

Ripongo queste poche righe come se fossi stata sottratta da un luogo in cui non vi volevo fare più ritorno. Una volta lì ho passeggiato lungo le strade di un regno d'indefinibile bellezza, continuando a maledire la mancanza di tempo con me stessa, complice una vita frenetica e laboriosa, e che mi ha costretta a snocciolare il romanzo di Ilaria molto lentamente. E per caso sono entrata a far parte di questa piccola schiera di guerrieri.
Che cosa diavolo pensavo di ottenere dalla sua lettura? Non lo so nemmeno io! So solo che non è stato facile restare impassibili dall'incanto delle sue pagine. E che il lasso di tempo trascorso fra le sue pagine ha affrontato le nefaste conseguenze che un procedere così lento e faticoso mi aveva causato.

Titolo: L'isola dei demoni
Autore: Ilaria Vecchietti
Casa editrice: Selph pubblishing
Prezzo: 12 €
N° di pagine: 390
Trama: Credete nel destino? E' immutabile o si può cambiare? Qualunque sia la vostra opinione, sappiate che i destini di un giovane orfano, di una ragazza in cerca di vendetta, del figlio del sovrano del regno, di una principessa esiliata e di un guerriero potentissimo, si intrecciano tra loro e alla profezia più terrificante dell'Isola. Riusciranno insieme a svelare i misteri, a portare alla luce la verità e a riconoscere gli amici dai nemici? E soprattutto sapranno compiere la profezia, salvando il loro mondo e loro stessi?

lunedì 15 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: Il sexy club del cioccolato - Carole Matthews

La Nutella, il cioccolato al latte o con le nocciole è da sempre una delle mie più grandi passioni. Mentre il mio sguardo scorre sulle copertine di romanzi ancora da leggere e vivere, sono stata improvvisamente cosciente che di romanzi che parlassero di cioccolato ne ho letto molto pochi e che finalmente era arrivato il momento di verificare se ero capace di mettere in pratica ciò che desideravo: leggere il romanzo della Matthews. Altrimenti non avrei fatto altro che ingannare me stessa, e se in questi giorni ho colto al volo questa occasione è stato unicamente per la mia assoluta adesione a una nuova sfida indetta su Facebook.
Adesso che ho potuto gustarlo lentamente, assaporare ogni singola pagina, vi parlo di questo romanzo con estrema semplicità, senza però tralasciare quanto mi sia piaciuto farmi travolgere da un cappotto soffice e caldo di cioccolato proprio come questo. Passo dopo passo, con un sorriso stampato sulle labbra, invitandoci ad farci travolgere, magari usando questo romanzo come un buon antidoto alla tristezza. Agli effetti devastanti e collaterali che la vita talvolta ci riserva.

Titolo: Il sexy club del cioccolato
Autore: Carole Matthews
Casa editrice: Newton Compton
Prezzo: 11 €
N° di pagine: 347
Trama: Quando problemi sentimentali chiamano, il cioccolato risponde. Questo è il segreto di un quartetto di amiche londinesi assillate da uomini di volta in volta goffi, impotenti, viziosi e irascibili - che, come antidoto alle delusioni amorose, si riunisce nella migliore pasticceria della città per mangiare cioccolatini prelibati e trovare insieme le soluzioni alle più disparate questioni di cuore. Nasce così "Il sexy club del cioccolato": una società segreta che si riunisce quando qualcuna delle sue aderenti invia alle altre un SMS con su scritto "emergenza cioccolato" e in cui l'unico uomo ammesso è lo splendido pasticcere omosessuale.

sabato 13 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: Le coincidenze dell'amore - Collen Hoover

Sono trascorse una manciata di ore da quant'è che ho concluso questo romanzo e, con mia grande sorpresa, mi sento ancora viva. Nessuno come la Hoolder mi aveva regalato queste infinità di sensazioni, nessuno aveva squarciato il mio cuore così bene, aspettando che i tumulti che si agitavano dentro affondassero in una cascata dirompente, nessuno aveva mai tentato di travolgermi con un semplice romanzo né spingermi fuori dai binari.
Da questa piccola e breve premessa, che tanto breve poi non è, se ne può dedurre che rileggere Le coincidenze dell'amore, mi ha torturato con esasperante delicatezza nei giorni che si sono susseguiti in questa settimana, e nessuno può capire così bene tutto questo se non prima legge il romanzo.
Non potendo non invitarvi ad accogliere questa meravigliosa storia nel vostro cantuccio personale, incapace di reprimere tutto questo, reclamo il mio ennesimo saluto di commiato con l'ennesima delirante recensione. Sottraendomi così a quelle inquietudini che aleggiano nel giorno che di notte si infiltrano nei sogni, trasformandoli in mezzi di trasporto nei quali ho potuto vedere e sentire tante cose.
Titolo: Le coincidenze dell'amore
Autore: Collen Hoover
Casa editrice: LeggereEditore
Prezzo: 12 €
N° di pagine: 376
Trama: Meglio una verità che lascia senza speranza o continuare a credere nelle bugie? Sky non ha mai provato il vero amore: ogni volta che ha baciato qualcuno, ha solo sentito il desiderio di annullarsi, nessuna emozione, nessuna dolcezza. Ma quando Sky incontra Holder, ne è subito affascinata e spaventata insieme. C'è qualcosa in lui che fa riemergere quello che lei aveva spinto nel profondo della sua anima, il ricordo di un passato doloroso che torna a turbarla. Sebbene sia determinata a starne lontano, il modo in cui Holder riesce a toccare le corde del suo cuore, corde che nessuno riesce neppure a sfiorare, fa crollare le difese di Sky. Il loro legame diventa sempre più intenso, ma anche Holder nasconde un segreto, che una volta rivelato cambierà la vita di Sky per sempre. Soltanto affrontando coraggiosamente la verità, senza rinunciare all'amore e alla fiducia che provano l'uno per l'altra, Holder e Sky possono sperare di recuperare le loro ferite emotive e vivere fino in fondo il loro rapporto.

mercoledì 10 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: Blood Magic - Tessa Gratton

Un crepuscolo brillante ma maledetto ha pennellato di ombre lo scenario in cui mi sono mossa, in questo martedì di inizio gennaio, facendone un luogo sospeso fra giorno e notte in un grigio istante bagnato di lacrime. Ho represso molti sentimenti che si sono agitati dentro, mentre ascoltavo intorno a me i lamenti soffocati di ombre evanescenti che, per tutta la durata della storia, non hanno fatto altro che tenersi per mano.
Non mi viene in mente parola migliore se non "avvincente" nel descrivere questa magica storia che ha messo in chiaro la supremazia del più forte sui più deboli e che, ignaro del suo potere, complice una sfida indetta su Facebook, mi ha fatto cadere vittima degli stessi sortilegi maledetti cui sarà implicata la protagonista. Orfana di ciò che è più lontano dalla normalità, schiantandosi con gran fragore tra le pietre del mio cuore.


Titolo: Blood Magic
Autore: Tessa Gratton
Casa editrice: Piemme
Prezzo: 16 €
N° di pagine: 360
Trama: Silla è disposta a tutto pur di scoprire cosa è successo davvero la notte che i suoi genitori hanno perso la vita, anche a provare gli incantesimi del misterioso libro trovato all'improvviso sulla soglia di casa sua. E poi c'è Nick, il ragazzo che ha incontrato nel cimitero di fianco a casa: anche lui nasconde un segreto e conosce la magia. Uniti dal destino e da una fortissima attrazione, Nick e Silla dovranno combattere contro la presenza oscura che vuole entrare in possesso del libro e di tutto il suo potere.

domenica 7 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: La casa delle belle addormentate - Yasunari Kawabata

L'eco lontano di un palpito insistente e accelerato strappò la
mia anima sognatrice e romantica da un mondo di ombre che si tengono per mano e una sfilata di figure pubbliche che fanno parte di un paesaggio confuso a cui non si presta particolare attenzione, che si fusero in immagini variopinte e spiegazzate. Qualcuno stava bussando leggermente con nocche invisibili sulla finestra della mia anima. E, riconoscendo il volto rugoso di Kawabata dall'altra parte del vetro, provai un brivido di eccitazione scorrermi come sangue nelle vene, come una porta che si apre su un mondo ed invita a entrare.
Non mi trovavo più fra le vecchie mura della mia camera. Non era il sole ma la potenza di una storia che avevo letto qualche tempo fa - capace di riannodare due sottilissimi fili che si erano persi nella confusione della vita, da un capo all'altro del mondo, a splendere fra anfratti, paradossi del cuore umano. Accompagnata dalla voce potente di un uomo trasumanato in vizi strani e brucianti, che sfiorarono i contorni della mia figura piccola ed esile.





Titolo: La casa delle belle addormentate
Autore: Yasunari Kawabata
Casa editrice: Oscar Mondadori
Prezzo: 9, 50€
N° di pagine: 158
Trama: Un raffinato racconto erotico centrato sulle visite del vecchio Eguchi a un inconsueto postribolo in cui gli ospiti possono passare la notte con giovanissime donne addormentate di un narcotico. Un viaggio tra i più misteriosi recessi della psiche.

venerdì 5 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: Delitto e castigo - Fedor Dostoevskij

Da che io ricordi, il romanzo di cui vi parlerò quest'oggi è quel genere di lettura che ti dà come la sensazione di essere circondata da barriere solidissime. Sono sempre cresciuta in mezzo ai libri, un giorno il romanzo di Dostoevskij si installò in un piccolo appartamento del mio cuore, e, viaggiando a bordo di un treno sferragliante e polveroso, ho accolto nuovamente questa storia con modestia e incanto. Come succede tante altre volte, risultando vagamente lugubre e drammatica e conservando quell'aura solenne del XIX secolo che mi protesse dalle illusioni del presente.
Titolo: Delitto e castigo
Autore: Fedor Dostoevskij
Casa editrice: Clssici Newton Compton
Prezzo: 13 €
N° di pagine: 550
Trama: Delitto e castigo è il primo dei grandi romanzi che resero celebre Dostoevskij e forse il più popolare. Lo svolgimento dei fatti è incentrato quasi tutto a Pietroburgo, nel corso di un'afosa estate. La vicenda ruota intorno a un giovane studente, Raskol'nikov, che per ragioni economiche è costretto ad abbandonare l'università. Animato da un forte risentimento, ma anche da considerazioni politiche di palingenesi sociale, il giovane progetta e realizza di uccidere una vecchia usuraia. Rubarle i soldi, nella sua idea, dovrebbe renderlo in grado di fare del bene agli altri. Tra questi anche la sorella dello studente, costretta ad accettare un odioso matrimonio allo scopo di aiutare il fratello, e assicurare una vecchiaia dignitosa alla loro madre. Dopo essersi ammalato di "febbre cerebrale" ed essere stato costretto a letto per giorni, Raskol'nikov viene sopraffatto da una cupa angoscia, frutto di rimorsi, pentimenti, tormenti intellettuali e soprattutto dalla tremenda condizione di solitudine in cui l'aveva gettato il segreto del delitto. Dopo una serie di colpi di scena, tra cui la falsa confessione del delitto da parte di un operaio, Raskol'nikov verrà condannato alla deportazione in Siberia. Sarà Son'ja, una giovane ragazza che si prostituiva per sfamare i fratellini, a smussarne la durezza ideologica e infine a redimerlo.

mercoledì 3 gennaio 2018

Gocce d'inchiostro: Questa storia - Alessandro Baricco

L'eccitazione peggiorò non appena mi sedetti alla scrivania e aprì il computer. Scrivere la prima recensione dell'anno è sempre un'impresa, e non mi andava che chi mi legge non potesse leggere nemmeno l'introduzione. Non volevo che per questa ennesima recensione di Baricco mi lasciassi trascinare dal "già visto", e abbandonare l'idea che le emozioni sortite fossero molto più di quel che credevo. Maledetta insicurezza! Con questa piccole dose di metà pomeriggio, mi trovo quindi preparata al fatto che per la prima lettura dell'anno avrei dovuto parlare di Questa storia. Il risultato? Sto ancora aspettando che gli spasmi che avevano attanagliato le mie viscere passino in fretta; una corrente elettrica aveva corroso le mie ossa, ancora una volta. E adesso? Adesso tutto quello che so, che sento, è il frastuono di altre voci, altre anime che si accalcano alle soglie del mio animo e attendono il loro turno con paziente attesa...







Titolo: Questa storia
Autore: Alessandro Baricco
Casa editrice: Feltrinelli
Prezzo: 12 €
N° di pagine: 288
Trama: Il romanzo racconta la vita di Ultimo Parri, che il lettore incontra bambino in una campagna del Nord Italia all'inizio del Novecento e segue in luoghi e vicende diversi fino agli anni Sessanta. Il destino di Ultimo si svolge e si compie all'interno di una narrazione a più voci. La compongono il rumoroso arrivo delle prime automobili, la passione per i motori e per le gare, un singolare rapporto padre - figlio, atroci scorci della Grande Guerra, una storia d'amore che non inizia e non finisce e si alimenta di segni e di tracce.

martedì 2 gennaio 2018

Romanzi su misura: Dicembre

Bentornati, amici lettori, e buon martedì! Come state? Con quale lettura avete accolto questo 2018?
Presto, la recensione di un romanzo che languiva sullo scaffale da qualche tempo. E che, incentivata dalla partecipazione di una nuova sfida di gruppo, sto centellinando con ingordigia e curiosità - come del resto accade quando decido di imbattermi in letture di un certo tipo ;)
Augurandovi una tranquilla mattinata, da non tralasciare per ultimo un nuovo post riguardante le letture che mi hanno accompagnato nell'ultimo mese dell’anno. Un post che esplica la mia passione innata per la buona letteratura e la scrittura, di cui i romanzi sono un antidoto alla tristezza. Un trappolino di lancio, quando meno me lo aspetto J




Romanzi su misura in digitale
Un arsenale di scene e immagini che fanno parte di un progetto profondamente emozionante, in cui ho riversato il mio cuore nei meandri suoi più reconditi. 
Un romanzo che attrae come il vuoto, una strada aperta, sconfinata, che ha teso la mano con una forza travolgente, folgorante, mossa da un abile lettore di sogni che ha scritto una composizione particolare che arriva dritto al cuore. Qualcosa di così intenso, che trascina in un luogo misterioso che vive di un'esistenza autonoma. Modificata di continuo dall'assidua opera di erosione dell'autore.
Valutazione d'inchiostro: 3

lunedì 1 gennaio 2018

Un anno pieno di parole: Carta e inchiostro Anno 2017

Volgere le spalle a questo anno appena passato con alle spalle 125 libri non è stato certamente una passeggiata, ma con il mio temperamento ostinato e caparbio, una curiosità innata, e un certo fascino per la carta e le parole sono entrata in uno stato mentale di perfetta serenità …. benché i luoghi vistati sono stati innumerevoli, le proposte degli autori esordienti inaspettate, la mancanza di tempo che scarseggiava a ogni rintocco.
Il riepilogo libroso di quest'anno mi trova nuovamente qui, armata di blocco notes e penna a sfera, mettendomi un po' a disagio, avendo in mente la ferma convinzione che in questo anno turbolento, zeppo di cambiamenti, novità, e immancabili vicissitudini, mi ci accosto con un sorriso abbozzato sulle labbra.
Se ci penso, mi sembra assurdo constatare come voli il tempo. Ogni anno stilo una classifica dei romanzi che desidero leggere durante l'anno e, facendo l'occhiolino anche a qualche autore nostrano, mi metto in gioco tirando fuori la passione che ogni giorno mi permette di amare i libri e la buona letteratura o riportando quelli che io considero abbozzi di storie che hanno lasciato segni del loro passaggio.
Potrebbe darsi che questo 2018 sarà protagonista di nuovi eventi, forse, ma come dice la canzone di Springsteen, da piccole cose un giorno ne nascono di grandi. Le cose potrebbero cambiare, in meglio o in peggio, salvando la vita dell'uomo che adesso è ignaro di ciò che gli preserverà il futuro. Ed io ne sono convintissima, perché il passato è inflessibile ma il futuro soggetto a inspiegabili misteri. Il 2018 mi vedrà recarmi in altri bei posti, con un bagaglio alquanto sufficiente di conoscenze. E se avverrà tutto ciò quel che io desideri si avveri, salperò dalla mia città natale dritta dritta chissà dove e con chi.
La rubrica Un anno pieno di parole, estrapolata dal nulla in una serata d'inizio gennaio, mite e silenziosa, fa nuovamente la sua comparsa con una carrellata di romanzi che sono il trionfo e l'alleanza dello sforzo e dell'illusione di svariati autori, come un sogno incubato a lungo. Un riepilogo libroso che elogia e critica alcune delle letture che mi hanno accompagnato in questo movimentato anno. Strutturati, ancora una volta, in due categorie, la carta e l'inchiostro, che trascinano in un incessante gioco di luci e ombre. Buono e cattivo. Memorabile non memorabile. Su un terreno delimitato dalla vita del cuore e del corpo umano, con la voce gracchiante di autori conosciuti e sconosciuti il cui ruolo fondamentale è quello di produrre pezzi di vita. Irreali e ritoccati.