martedì 2 febbraio 2016

Gocce d'inchiostro: Guida astrologica per cuori infranti - Silvia Zucca

Il romanzo della Zucca è stato quel genere di lettura che, io e la mia amica Elisa, abbiamo letto e scoperto per caso. Commedia rosa tutta all'italiana che, con spensieratezza, speranza e abbandono, ha offerto al nostro sguardo un arcobaleno inesauribile di colori. E dotato di un sottile incanto ma anche di un'ironia disarmante, è una storia semplice e a tratti banale che tuttavia mostra quanto sia facilmente influenzabile il linguaggio segreto delle stelle.

Titolo: Guida astrologica per cuori infranti
Autore: Silvia Zucca
Casa editrice: Nord
Prezzo: 16, 40 €
N° di pagine: 468
Trama: "Trent'anni passati da un po', single (NON per scelta) e con un impiego che offre ben poche prospettive di carriera, Alice Bassi accoglie la notizia del matrimonio del suo indimenticato ex come il proverbiale colpo di grazia. Se non fosse ancora abbastanza, nella piccola rete televisiva per cui lei lavora arriva Davide Nardi. Sguardo magnetico e sorriso indecifrabile, Davide sarebbe il sogno proibito di Alice… peccato sia stato assunto come «tagliatore di teste». Insomma: non ce n'è una che vada per il verso giusto. Ma poi Alice incontra Tio, un attore convinto di conoscere il segreto per avere successo: l'astrologia. Non quella spacciata sui giornali, bensì una «vera» lettura delle stelle, che esistono proprio per segnalarci i giorni più favorevoli per la sfera professionale o per farci trovare l'anima gemella. Seppur scettica, Alice decide di provare e inizia a uscire con uomini compatibili col suo segno zodiacale. Però, stranamente, l'affinità astrale non le impedisce di collezionare incontri sbagliati, fallimenti imbarazzanti e sorprese di cui avrebbe fatto volentieri a meno. Come non impedisce a Davide di diventare sempre più attraente. Tuttavia a lui Alice non osa chiedere di che segno sia. Perché ha paura che la risposta la deluda o, peggio, che la illuda. E perché, in fondo, spera che l’amore non abbia bisogno delle stelle per trovare la sua strada.

La mia recensione:

Le storie che albergano il sentimento e la spensieratezza sono le "dimore" preferite di lettori appassionati e sognatori che, privandosi della coscienza e lasciandosi condurre dal flusso incontenibile di un nuovo viaggio, protetti da tutte le avversità del mondo, arrivano con le parole dall'altra parte. Sdraiata su una morbida poltrona o su un letto un po' troppo ingombrante, in compagnia di una ricercatrice lasciata sola nell'immensità di una terra ancora del tutto sconosciuta, eccentrica, sognatrice e romantica, al sicuro nei luoghi in cui posso riconoscermi osservando, talvolta ammaliata e stupita, l'incredibile sete di vita di Alice: appassionata di commedie romantiche e strappalacrime, in cui si sente accolta e protetta, nello spazio luminoso della sua infanzia.
La storia di Alice, racchiusa in meno di quattrocento pagine in una guida astrologica per anime contrite e vagabonde, custodisce nel suo lato semplice e ironico una parte di queste dimore, nelle quali non molti ammettono di sentirsi accolti, ma che sopravvivono nella memoria di chi legge come piccoli dettagli che si stanziano dinanzi al nulla. Si direbbe quasi che, illuminati da una strano fervore, i lettori che riescono a scorgere qualche traccia della loro personalità comprendono che in fondo in storie di questo tipo c'è quasi sempre un fondo di verità e che dalle nostre esperienze talvolta non c'è alcuna via d'uscita.
Forse fu questa stessa saggezza che, nel suo percorso spesso accidentato, illuminò il cammino della giovane Alice e le fece capire di essersi imperdonabilmente smarrita nel labirinto dei suoi stessi sbagli. Forse avrà compreso, nella profonda solitudine di un anima condannata a rivivere in continuazione le ferite del passato, il vero valore di ciò che ha perso e di ciò che avrebbe potuto avere. E' difficile compiere delle scelte quando la luce che irradia il nostro cuore è troppo luminosa persino per noi stessi. Forse, nella sua eccentricità, Alice è stata capace, per un attimo, di ritrovare il senno che un disegno oscuro e astrale gli aveva strappato fin da sempre.
Tutte queste risposte a domande che non hanno mai avuto una loro natura, così come i suoi segreti, le sue scoperte, i suoi sogni, i suoi desideri svanirono per sempre quando la figura silenziosa di questa ragazza si mosse silenziosa ma incerta entro i limiti del possibile: abbastanza vicina da ascoltare i suoi pensieri - fantasiosi e strambi, spunti di riflessioni  dettati da un fato crudele e un po' sadico, e abbastanza lontano da farmi vedere, nel riquadro della finestra del suo mondo tutta esposta a est, predisposizioni o schemi superiori che irrimediabilmente l'allontanano da tutto ciò che la circondano.
Sul finire delle feste natalizie, Alice è stata la mia compagna: da lei ho imparato molto; ho colto nozioni astrologiche del tutto nuove e sconosciute e, soprattutto, compreso a fondo cosa voglia dire ignorare gli incauti sussulti del cuore. Scrutandola in ogni sua mossa, scomparendo fra gruppi di anime il cui destino è ancora incerto. Le cui vicende, e quelle dei suoi amici, sono avvolti in una bolla di consuetudine, in stanze luminose o squallide stanze, che allietarono il mio soggiorno come un ospite desiderato da tempo.
Con Alice ho immaginato il destino di una storia che ho visto arrivare, silenziosamente, nel mio e - Reader, con una copertina bellissima ma fuorviante e una protagonista svampita e un po' ingenua, che ha tanto da imparare. Grazie a lei ho potuto accedere nei meandri oscuri del suo cuore, e fatto prendere consapevolezza di come talvolta sia incredibile ciò che ci riservano le stelle: fantasticare sulle vite altrui partendo dalla descrizione di un segno, un dettaglio.
Guida astrologica per cuori infranti è un ricettario di ingredienti segreti su ciò che ci riserva talvolta il destino. Idee, supposizioni che tessono una trama che di originale ha ben poco ma che, in una settimana frenetica e stressante, mi ha piacevolmente divertito. Una commedia semplice, spiritosa, leggera e divertente che avrebbe potuto portarmi il più lontano possibile: mangiando, saziandomi di una fame incontenibile che non avrà mai fine.

                                                                 La recensione di Elisa:

" Mi accascio su una di quelle belle panchine che sono a Parigi; quelle panchine in ferro battuto, che  Milano se c'erano se le erano già fregate e forse è per questo che hanno messo quelle robe verdi, che tentano pudicamente di passare per cespugli".    


Oroscopo, segni fortunati. Amore, lavoro e salute. Ovunque emergevano riviste e pubblicità che sbandieravano il 2016. Ben convinta a non spendere nemmeno cinque centesimi per predizioni future e cose di quel genere, deviai il mio percorso evitando l'anziano tabacchino e mi diressi a passo spedito verso il bar. Con un the caldo davanti sembrava tutto un po' più semplice e migliore: cominciando dalla temperatura sotto zero che sembrava meno fredda.
Dopo aver letto le notizie del giorno e quelle della provincia, mentre sfogliavo le ultime pagine del quotidiano, decisi che era venuto il momento di acquistare un nuovo romanzo. Volevo qualcosa di... galattico!
Ehi, aspetta un attimo. Non avrai mica detto "galattico" dopo che... Che cosa stai facendo?! Non starai leggendo... il tuo oroscopo!!!!      
Ehm, no, io stavo solo... Beh confesso: stavo solo guardando il mio oroscopo. Solo un’occhiata. Solo per avere una prospettiva dell’anno nuovo, tutto qui.         
Non me la racconti giusta…   
Oh, ma sono solo io che sto ad ascoltare questa fastidiosa vocina! Esco frettolosamente dal bar e corro in libreria. Eccolo, sgargiante, sfavillante Guida astrologica per cuori infranti. Il libro adatto per iniziare l’anno con il piede giusto. Ed è dalla storia di Alice che mi sono lasciata cullare per quella decina di giorni frenetici e stressanti. La mia ancora di salvezza quando alla fine della giornata non avevo voglia di altro se non di ridere un po’. Mi rendo piacevolmente conto di quanto dopotutto possa andare peggio; Alice, nonostante sia solo la protagonista di un libro, è l’amica perfetta che mi ci voleva al fianco per ridere un po’.


Un romanzo scorrevole e senza troppe pretese; adatto per rilassarsi e strapparci qualche risata. E proprio grazie a questa storia, ho affrontato l’aria pungente delle giornate invernali sull’Appennino. E, che si creda nell’oroscopo o no, una spolverata di notizie astrali con Alice, che ha allietato le mie giornate. Scivoliamo tra le sue pagine, come lungo la via lattea, grazie allo stile scorrevole e semplice dell'autrice. Troppi riferimenti ai film (soprattutto se non sono stati visti) rischiano di far storcere il naso, ma alla fine della lettura non puoi che restare soddisfatto.

"La vita non è fatta solo di scene significative, di parole importanti, di dialoghi arguti".

Valutazione d'inchiostro: 3+


2 commenti:

  1. Bellissime recensioni ragazze!
    Credo proprio che dovrei leggerlo... In questo periodo ho davvero bisogno di libri simili a questo: romantici ma non troppo, che facciano ridere e che donino un po' di serenità e allegria!

    RispondiElimina
  2. É un romanzo molto semplice e scorrevole, capace di allietare una giornata partita col piede sbagliato :)
    Grazie mille! Spero che, quando lo leggerai, sarà di tuo gradimento :)

    RispondiElimina