domenica 19 luglio 2015

Cotte letterarie

Buona domenica, amici lettori! Come state? Come avete deciso di trascorrere questo tedioso pomeriggio estivo? Al mare, o a casa, in compagnia della vostra famiglia? :)
Quest'oggi un post diverso dal solito, che mi ha colta del tutto impreparata e che ha accresciuto in me il piacere che possono dare i romanzi. Uno squarcio della mia anima sognatrice e romantica in cui, attraverso i libri, vi mostrerò un numero di romanzi che, in un momento imprecisato della mia vita, vi ho cercato rifugio nel momento del bisogno. Un antidepressivo dagli effetti evidenti e immediati in cui ho colto il piacere di penetrare nei segreti dell'anima, abbandonarsi all'immaginazione, alla bellezza e all'invenzione letteraria.
E voi, amici lettori? Vi va di raccontarmi, invece, le vostre cotte letterarie? :)


Una lettura semplice e leggera in grado di far palpitare i cuori dei più romantici. La mia primissima cotta letteraria. La ragione per cui, tuttora, considero l'amore come un sentimento forte ed intenso.









Una storia che cela il suo potenziale non nella sua trama, ma nella tangibilità di alcune immagini che l'autrice riesce magistralmente a evocare. La manifestazione di un lungo e avvincente viaggio che non avrà mai fine, perché continua oltre la carta. Zona intermedia che unisce il mondo di là con quello di qua.







    Inquietante, furbo, misterioso, ammicca all'horror di Christopher Pike e Stephen king. Un continuo susseguirsi di misteri foschi e torbidi inganni, che coinvolge in una storia ambigua, sfuggente e imprevedibile. 









       Stupefacente. Affascinante. Trascinante. Dark. Zeppo di alchimia, possessione, ossessione. Turbolento, sporco, privo di freni inibitori, che intreccia intrighi, passioni e amori non corrisposti nell'incessante lotta tra il Bene e il Male. Un mare gelato, che toglie il respiro. Un esordio sorprendente che si ammanta di fantascienza e macabro, di una scrittura superba e irresistibile e minuziose descrizioni storiche.







Qualcosa d'indefinibile, difficile da classificare, che oscilla continuamente tra prigionia e libertà. Amore e odio. Una storia originalissima che puzza di magia oscura, perversione e ossessione, dove fanno da sfondo i meravigliosi paesaggi della città del Maine. Un quadro raffinato in cui si parla di personaggi disumani e crudeli che, macchiati da gesti o azioni sconsiderate, si troveranno coinvolti in qualcosa di orripilante e oscuro. Intrappolati in una rupe di acque nere e profonde dove non si riesce a  vedere sul fondo.






Il capitolo centrale di una delle trilogie più belle che abbia mai letto. Un'opera sull'importanza dell'amore passionale. Una storia d’amore e di redenzione che poggia più sugli aspetti psicologici che su quelli sensuali.










Crudo, spasmodico, ma romantico è un treno rimbalzante che procede, in discesa, verso una zona oscura. Ignota. Pericolosa. Zeppo di suspense, azione e adrenalina.










Un romanzo che, personalmente, non ho mai considerato come un libro per ragazzi, sebbene l'età dei protagonisti possa dimostrare il contrario. Piuttosto, un racconto che trascenda qualsiasi limite di età e che esplora ogni minimo strato del cuore umano.









Romanzo gotico a tinte fosche che parla di figure evanescenti che vagano lungo la riva dell'insoddisfazione e che avvertono la presenza di una realtà che sarebbe presto diventata loro e che avrebbe colmato quel senso d'incompletezza delle loro esistenze. Un impasto di pensieri e di sogni, speranze e delusioni di un giovane talentuoso scrittore, nonché storia di un ricordo che non è mai stato tale.






La più bella celebrazione dell'amicizia, dell'amore e dei sogni che, nella sua semplicità disarmante, cela del potenziale. E' come sognare ad occhi aperti, fare un tuffo nel passato e trovarsi davanti alla cancellata di un impotente giardino. Racconto di donne forti e allo stesso tempo fragili, timorose del senso della vita e del tempo, che non sanno cosa aspettarsi dal futuro, trascinante, romantico ed emozionante.







Una storia ambiziosa in cui non si riesce a distinguere fra finzione e realtà, che prende vita pian piano come la costruzione di un origami. Un amore quasi surreale ma intenso che si è insinuato attraverso una piccola fessura tentando di riempire il vuoto che c'era dentro i protagonisti. Un sogno tranquillo ma emozionante, intrigante, profondo, benefico che trascina il lettore in un mondo in cui l'amore funge da bisogno primordiale di appartenenza, in cui l'uno non riesce a vivere senza l'altro.






L'ennesima dichiarazione d'amore di due giovani la cui storia sa di speranza, fede e fiducia, nonché contenitore di ricordi e delicate riflessioni. Sensibile, delicato, tragico, appassionato, struggente come un romantico tramonto, passionale. Terribilmente poetico, dolorosamente sentito. Non indugia sui grandi gesti, ma solo sul desiderio dei protagonisti di potersi ritrovare.








esUn romanzo particolare in cui il lettore, durante il corso della lettura, rimane affascinato dalla bellezza e dai misteri di un incolta brughiera, ma destinato a non saperne cogliere del tutto l'intima, tragica, essenza, in cui i confini tra la vita e la morte sono sfumati come la nebbia che tutto avvolge. Un'avventura amorosa di due anime dannate, contrite, legate da un amore indissolubile - fino a quando esaleranno il loro ultimo respiro, per poter così finalmente farli fuggire nell'unico luogo dove né cielo né l'inferno potranno mai trovarli - che precipita irrimediabilmente, scena dopo scena, in una catena di catastrofi.




E' un opera che evoca qualcosa di speciale. Un altro tempo, un altro luogo, o una particolare dimensione della mente in cui ci si perde completamente. Come l'Edipo di Sofocle, ci parla di un tema piuttosto ricorrente nella tragedia greca: l'uomo che non sceglie il proprio destino, ma che è scelto. Un complesso lavoro di riferimenti incrociati su un tema particolarmente noto nella produzione murakamiana, che si espanda oltre le pagine verso la realtà, trasformandola, come se sogno e realtà si fondessero in un unica entità.






Una storia indimenticabile e perfetta che, nella sua semplicità, riesce a trasmetterci una vasta gamma di emozioni. Un contenitore di verità fondamentali che pochi individui sono in grado di comprendere. Una ricostruzione attenta che funge da monito verso coloro che continuano a costruire delle solide barriere attorno a se stessi.








La mia prima lettura francese, profanata di tradimento, zeppa di distrazioni amorose e realistiche, che si ammanta di uno stile ipnotico che richiama alla mente gli antichi poemi omerici, e che penetra nel lettore al punto tale d'immergerlo in uno stato fra il fascino e l'oblio. Un inno all'amore, alle ossessioni e alle possessioni di due amanti, violenti come scariche elettrice. Capaci di renderci prigionieri dei loro stessi peccati.






Una percezione a singhiozzo. Un saggio sulla vita che apre il cuore e che, con la sua concezione della lettura come una dolcissima sporcheria, o della scrittura come possessione puramente incline a una parte dell'umanità, allieta giornate uggiose e malinconiche.









Una storia di amore e dolore - personaggi artefici della loro vita che s'intestardiscono a credere che non si tratti dell'ennesima eccitazione del sentimento, un miraggio o qualcosa d'imprescindibile, ma veritiero -, con protagonista una tragica eroina ingrata dei casuali incontri che talvolta gli riserva la vita. Contagioso come la felicità, ma che, alla fine, il bello della sua lettura sta nelle emozioni. In quella risacca lenta e disomogenea che ha segnato i momenti più belli della sua lettura. Ha marchiato l'anima col suo segno indelebile.






Un affresco della letteratura vittoriana. Un affascinante intreccio di follia, passione, affetti, malessere e benessere, ma anche un meraviglioso viaggio per aver permesso sia al protagonista sia al lettore di crescere in questa tetra solitudine.









Commuove e fa trattenere il fiato. Non lascia indifferente o privo di sentimenti contrastanti, e non impedisce al lettore d'instaurare un certo legame persino con i personaggi minori. La più bella celebrazione d'amore romantica - mai raccontata - che sia emersa nei lunghi anni della mia carriera di lettrice. La sensazionale odissea di due giovani nella Leningrado occupata dai nazisti, impossibile da dimenticare. Un amore che arriva in sordina e, soprattutto, rende Alexander e Tatiana protagonisti di un amore folle. Appassionato e malato. Un amore che si sprigiona nella semplicità dei piccoli gesti, in cui si cerca sempre di mettere a tacere la nostalgia.



Un romanzo che tratta argomenti particolari e piuttosto forti. Non indugia sui grandi gesti, ma solo sul desiderio dei protagonisti di poter ritrovare, dinanzi alle tante avversità riscontrate, un barlume di speranza; una scialuppa di salvataggio dinanzi a un mare in tempesta. Sorprende sia per i temi trattati, sia per le sfavillanti emozioni che la sua lettura riesce a sortire così bene. Appassiona e conquista, e invoglia sempre più nella lettura.






Racconto dove il sentimento amoroso viene esplicato ed enfatizzato mediante poesia. Dichiarazione d'amore di due giovani che apparentemente non possiedono nulla in comune e la cui storia, riesce a districarsi perfettamente tra esperienze e generazioni diverse, tra presente e passato. Una storia che crea dipendenza, struggimento. Un quadro raffinato che sa di amore, fede e fiducia che, così come la letteratura, riesce a dar voce a chi non ha voce.







La promessa di un risveglio intimo e sopito nel tempo che persevera nella sua produttività. Il racconto di una giovane istitutrice e del suo cavaliere. La storia di una libertà repressa, inviolata, in cui il tempo non riesce a leccare le ferite del passato. Promulga interessanti questioni sulla continua ricerca a qualcosa d'inconsueto e spedisce dritto a una felicità in cui si cova segretamente una forte speranza.






4 commenti:

  1. Classici meravigliosi! Gli altri romanzi anche se famosissimi mi mancano quasi tutti, ho un sacco di scrittori/trici da recuperare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Immagino :) Anch'io ho tantissimi autori da recuperare, ma, col tempo, spero di riuscirci :)

      Elimina
  2. Le coincidenze dell'amore lo devo prendere! Ormai mi hai attaccato l'amore per la Hoover.
    Gli altri romanzi li conosci quasi tutti e ne ho letti gran parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evvai! Finalmente sono riuscita nel mio intento :PP
      Fammi sapere poi come la pensi ;)

      Elimina