mercoledì 13 aprile 2016

Gocce d'inchiostro: After - Anna Todd

So che a molti lettori After non è piaciuto, ma a me non è dispiaciuto moltissimo. Nonostante questa storia è simile a tante altre che ho letto, terribilmente, nonostante di storie di giovani eroine coraggiose ed incasinate ne leggo a bizzeffe. E da raccontare, infatti, ce né. Si racconta in un silenzio che opprime, si racconta all'inizio di ogni cosa, si racconta dopo aver perso qualcuno o qualcosa che si ama più di se stessi, come se fosse un corso accelerato sulla mortalità.
Succede particolarmente quando si parla di giovani nati sotto una cattiva stella, la cui felicità illusoria avrebbe potuto sfiorire in una manciata di secondi.










Titolo: After
Autore: Anna Todd
Casa editrice: Sperlin & Kupfer
Prezzo: 14, 90 €
N° di pagine: 425
Trama: Acqua e sapone, ottimi voti e con un ragazzo perfetto che l’aspetta a casa, Tessa ama pensare di avere il controllo della sua vita. Al primo anno di college, il suo futuro sembra già segnato... Sembra, perché Tessa fa a malapena in tempo a mettere piede nel campus che subito s’imbatte in Hardin. E da allora niente è come prima. Lui è il classico cattivo ragazzo, tutto fascino e sregolatezza, arrabbiato con il mondo, arrogante e ribelle, pieno di piercing e tatuaggi. È la persona più detestabile che Tessa abbia mai conosciuto. Eppure, il giorno in cui si ritrova sola con lui, non può fare a meno di baciarlo. Un bacio che cambierà tutto. E accenderà in lei una passione incontrollabile. Una passione che, contro ogni previsione, sembra reciproca. Nonostante Hardin, per ogni passo verso di lei, con un altro poi retroceda. Per entrambi sarebbe più facile arrendersi e voltare pagina, ma se stare insieme è difficile, a tratti impossibile, lo è ancora di più stare lontani. Quello che c’è tra Tessa e Hardin è solo una storia sbagliata o l’inizio di un amore infinito?

La recensione:
Spesso alcuni romanzi possono sembrare piuttosto simili. Come trovare gli errori in un tema. Hai davanti a te preposizioni o verbi mal coniugati. Li segni con un pennarello rosso, riga dopo riga, e per quanto tu possa riconoscerli, sembrano perfettamente identici. Ma se ti metti a osservare con estrema attenzione i singoli particolari, ti accorgi che ci sono alcune differenze. Attraverso la scrittura siamo consapevoli che non esiste nulla che resti chiuso ermeticamente nel cuore di una persona. Quando i sentimenti, lenti e noiosi, vengono esposti ai venti della vita, il cuore prende una strada tutta sua. E quando le speranze non vengono tradite ,- coincidono con la natura infruttuosa delle emozioni umane- si provano delle strane sensazioni, difficili da spiegare o addirittura intangibili.
Il mio primo incontro con Anna Todd avvenne con After. Amalgamando l'incasinata storia di due giovani a un pizzico di sensualità e drammaticità, sovrapponendo ancor più a immagini e parole spasmi finali di autoaffermazione, e arrivando a una quasi mancanza di volontà, malattia di un'impercettibile follia che avrebbe cominciato a manifestarsi molto tempo dopo. Nel corso della settimana i protagonisti della sua storia hanno agito su di me spingendomi a perseguire la più effimera delle emozioni umane, una curiosità quasi imprecisata. Che, indipendentemente dalla sua inspiegabile natura, lascia una traccia della mia esistenza vana. Non riuscendo a saziarmi in alcun modo; non riuscendo a zittire la voce imprescindibile del cuore umano. In un periodo trascorso nell'ombra, non trovando una ragione particolare per cui mi sia sentita così. E si che ho letto un numero spropositato di storie di questo tipo; fiabe infinite di amori folli, interminabili, avvolgenti e passionali, capaci di rendermi felice anche solo per qualche istante. La fortuna nel cercarli è sprone a una maggiore avidità di possederli. Nella mia mente spaziano una serie di diapositive, che illuminarono le stanze buie della mia coscienza. Brillarono di luce propria, dando un diletto che va in profondità. Legandosi a me con una sorta di famigliarità attiva e penetrante, abbagliando la mia anima con estrema cura.
Nonostante non possa considerarsi come quella commedia romantica di cui tesserei le lodi, la storia fra Tessa e Hardin mi incuriosì moltissimo. In preda a sensazioni altalenanti, dove la soffitta abbandonata della mia memoria, zeppa di cianfrusaglie e scatoloni, riconobbe come un segno indelebile la traccia di queste due anime inquiete. Nati sotto una cappa di ostilità e sofferenze, illesi dal buio girone dell'Inferno, pronti a subire persino tormenti peggiori pur di salvarsi. Anime insoddisfatte e peccaminose che, tra i lucidi pavimenti di un college un po' troppo perfetto per loro, si accarezzarono e si divertono come fanno moltissimi adolescenti.
Intessendo una trama realistica basata esclusivamente su esperienze d'amore che sembra di vivere in prima persona, come un film appassionante, questo primo volume di una delle saghe che sta facendo parlare molto di se è una storia che tuttavia ho ascoltato con modestia. In cui ho visto due ombre evanescenti avanzare lungo un gigantesco baratro, non riuscendo più a redimersi dalla loro condizione di penitenti, o ambire alla pace dei sensi.
Divorare le pagine come se animate da volontà propria, con gli occhi che seguivano febbrilmente i caratteri stampati, rinchiusi in una finestra virtuale dall'aria vaporosa, mi ha sorpreso molto. Mi ha permesso di vivere After con una gamma di emozioni particolari, grazie alla piega improvvisa che hanno preso gli eventi: la sensualità che sprigionano due corpi perfettamente in sincrono, la brutalità di alcune situazioni, il linguaggio schietto con cui comunicano e riescono a capirsi.
Il romanzo di questa autrice non è il romanzo del secolo ne il genere di lettura che speravo d'imbarcarmi, ma un racconto semplice, sensuale e palpitante. Costringe a rimanere attaccati alle pagine di una serie che non possiede nulla di nuovo, ma che simboleggia quel mio lato sognatore e romantico cui sono tanto affezionata. Descrivendo alla perfezione i ragazzi della mia generazione e suggerendo immagini vivide e reali, il romanzo è quasi uno schiaffo per i lettori più maturi. L'ennesima prova di un amore instancabile, in cui si cerca rifugio pur di non essere trascinati dall'incontrollabile strisciare del mondo.
 Valutazione d'inchiostro: 3

8 commenti:

  1. Ciao Gresi, pur avendolo visto da ogni parte, non ho letto questo romanzo. In molti me lo consigliano, ma sono un po' scettica, soprattutto perchè dalla trama mi sembra una storia poco originale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Ariel, un pochino banale in effetti lo è. Ma se cerchi qualcosa di poco pretenzioso, che puoi divorare in poco tempo, questo potrebbe essere un'ipotesi ;)
      A me non pensavo piacesse. Ma non lo boccerei nemmeno, l'ammetto :P

      Elimina
  2. Mi dispiace, ma proprio non riuscirei a leggerlo. Quando leggo nelle sinossi che il protagonista maschile è bello e tormentato/bello e dannato/bello e traumatizzato...mi viene l'orticaria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha allora Beth ti consiglio di stargli alla larga XD

      Elimina
  3. Io ero un po' scettica all'inizio.. non sapevo se iniziare questa serie o meno...
    L'anno scorso ero al mare nel periodo in cui uscì il secondo volume e passando davanti ad una libreria vidi la pubblicità di After... l'ho comprato ed ora ho tutta la serie! Non è certo il libro del secolo... però è riuscito a emozionarmi e ad incuriosirmi fino alla fine...
    E' stata una piacevole lettura da ombrellone! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, concordo! Una piacevole lettura, che anch'io ho preferito leggere solo perché spinta dalla curiosità ;)

      Elimina
  4. non c'è niente da fare...mi piace tantissimo come scrivi :D
    sto leggendo proprio adesso after e nonostante la scrittura sia davvero elementare ( mi viene quasi da pensare: come hanno fatto a pubblicarlo?), non riuscirei ad abbandonare la lettura. Sono curiosa di sapere come andrà a finire...in più ho scoperto che ci sono altri tre volumi quindi la storia è lunga...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie mille, Frances!! Sei sempre tanto gentile :) Io ho letto After perché lo ha letto la mia migliore amica, e spinta dalla curiosità ho deciso anch'io di fiondarmi fra le sue pagine ;) La storia non è male, e ammetto che non mi è dispiaciuta molto. Ma non credo proseguirò la serie. Perlomeno, non adesso! Ho troppe letture che attendono sullo scaffale già da un bel po'. Dunque per i seguiti penso attenderò ancora un po'. Spero però a te possano piacere :) A presto :*

      Elimina