mercoledì 28 dicembre 2016

The tag of the book Little Women

Il mondo virtuale, in cui albergano la magia, la fantasia, oltre che una buone dose di sentimento e spensieratezza, sono le "dimore" preferite di anime appassionate e sognatrici che, privandosi della coscienza e lasciandosi condurre dal flusso incontenibile di un nuovo viaggio, protetti dalle avversità del mondo, arrivano con parole, frasi o schemi dall'altra parte.
Da oltre un anno sono stata anch'io attratta da questo mondo immaginario. E, sdraiata su una morbida poltrona o su un letto un po' troppo ingombrante, in compagnia di figure lasciate sole nell'immensità di una terra ancora del tutto sconosciuta, mi avvolgo al sicuro in una coperta di parole e sogni pronta a varcare la soglia di terre o luoghi in cui posso riconoscermi.
Con uno stato d'animo simile al fascino e allo stupore, ho accolto anch'io la richiesta della cara Beth, amministratrice del blog Libraia in soffitta, nel mio piccolo angolino virtuale, nel realizzare un post che avesse con protagonisti indiscutibili la famiglia March. Classico senza tempo, storia d'amore e di amicizia in cui non ci si può non sentire accolti, negli spazi angusti della nostra esistenza.
Ad un passo dal Capodanno, e dall'ultima recensione - con cui mi accomiaterò presto e definitivamente da quest'anno -, un post particolare dunque che conferma la mia partecipazione a questo delizioso giochino. Dodici domande, dodici personaggi che avranno come protagonisti romanzi le cui storie non avranno mai fine perché continuano oltre le pagine.
La famiglia March:
Un romanzo tutto al femminile
Un diario perduto condurrà la protagonista, Nell, in un viaggio nell'Inghilterra ottocentesca. Alla ricerca di se stessa, delle proprie origini, e, soprattutto, della cara amata nonna materna.

Margareth Mach:
Un romanzo che istilla buoni sentimenti
Un inno all'amore, alla vita e alla speranza. Un romanzo intenso, per nulla banale col quale l'autrice, con un filo di drammaticità e un principio di romance, tessa una storia che profuma di antico, germogli ancora freschi e profumati e che si camuffa tra i dolorosi ricordi di un'adolescente ignara della vita e dell'amore.

Robert March:
Un romanzo con protagonista un uomo dal forte carattere
Un romanzo bellissimo, appassionante, in cui è stato impossibile non essere travolti dalla forza e dalla determinazione di un uomo che, pur di fermare Oswald e salvare il presidente Kennedy, ci coinvolgerà in una missione straordinaria.

Jo:
Un romanzo con protagonista una donna coraggiosa e ribelle
Un romanzo in cui è stato impossibile non ricordare l'intrepida Tris, un'eroina dal forte temperamento e volontà d'animo, vittima di un gioco perverso e crudele.

Beth:
Un racconto dolce e delicato
Un motivo indimenticabile proiettato sulle pagine, esposto ai venti della vita, che fa dono di emozioni infinite, intense e delicate, che quasi ci toccano, indugiando nel cuore più del necessario.

Meg:
Un romanzo incentrato fra sorelle
Quel genere di storia che non riesce a non lasciare una traccia del suo passaggio. Profonda, vera, a tratti romantica, a tratti crudele, che non indugia sui secoli bui che fecero storia, ma solo sul desiderio della protagonista di rivelarci la sua storia e quella della sua amata sorella.

Amy:
Un romanzo a cui avevo riposto grandi aspettative, ma che, al termine della sua lettura, si è rivelata una cocente delusione.
Una storia in cui ho riscontrato un autore più giovane e inesperto, con un carosello di immagini, episodi, personaggi facilmente dimenticabili. Un romanzo privo di indizi, discontinuo che, disgraziatamente, cela il fascino in cui avrebbe potuto essere racchiuso.

Zia March:
Un romanzo la cui lettura mi ha irritata
Uno young adult romantico, appassionante, dolce che amai quando ero adolescente, ma, allo stesso tempo, innervosire per la crudeltà di alcuni episodi che l'autrice ha propinato alla protagonista, mediante le spoglie di un fato crudele ed egoista.

Lawrie:
Un romanzo incentrato sull'amicizia
Il viaggio di un uomo contrito e piuttosto ottimista, scaraventato nel proprio abisso scuro, angosciato per un passato irrimediabile che, cercando una strada quando non aveva la certezza di arrivare nemmeno a una meta, scoverà la propria identità.

James Lawrence:
Un romanzo che mi aveva intimorito, ma che, dopo averlo letto, è rimasto impresso nel mio cuore
Un romanzo che ho amato prima ancora di averlo letto. Una storia di amore eterno, pene inflitte a un cuore ingenuo e debole, in cui è impossibile non provare struggimento, dolore, sofferenza per l'amore di due anime inquiete che lasciano dietro di loro uno spazio vuoto che ha la forma di una persona.

John Brooke:
Un romanzo istruttivo
Un monito verso la chiesa e la libertà d'espressione in cui i protagonisti avvertono l'esigenza di essere confortati, consolati e che percepiscono la presenza di una realtà che ci rende presto partecipi. Una realtà in cui si infrangono le regole e le convenzioni del secolo, inducendoci a desiderare quello per cui è giusto lottare: la libertà o l'indipendenza.

Fritz Bhoer:
Un romanzo che non avrei acquistato per la copertina, ma che, una volta letto, ho amato profondamente
Un romanzo in cui ci si perde nel labirinto del tempo che, vagando come una grande casa, ci indurrà a cercare quella stanza particolare dove passato e futuro formano una corda ininterrotta e infinita. Uno spazio in cui è sospeso un codice che nessuno ha mai saputo decifrare, un accordo che nessuno ha mai ascoltato.

Taggo, a mia volta:

8 commenti:

  1. Ciao Gresi.
    che tag carino e interessante. Piccole donne poi mi piace molto quindi quanto prima lo farò.
    Non conosco tutti i tuoi libri ma sono un ottimo spunto di riflessione.
    Ancora buone feste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Susy! Verrò quanto prima a vederlo, allora 😊

      Elimina
  2. Eccomi! Sei stata velocissima a riproporre il mio tag! A livello di trama il libro che mi intriga maggiormente tra quelli che hai scelto è Il giardino dei segreti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potevo esimermi! 😜😊
      Leggi lo, Beth! È davvero un bellissimo romanzo 😍😍

      Elimina
  3. Grazie per il tag, ecco le mie risposte http://chelibroleggere.blogspot.it/2016/12/the-tag-of-book-little-women.html

    RispondiElimina
  4. Che bel booktag!!! :) Un'occasione per conoscere nuovi libri!!! :) Mi ispira quello di Zusak!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quello di Zusak avevo riposto grandi aspettative! Non è la Storia della ladra di libri, ma nemmeno così brutto 😊 Se dovessi leggerlo fammi poi sapere 😊

      Elimina