giovedì 23 febbraio 2017

Gocce d'inchiostro: Unbreakable hearts - Ella Smith

Ed eccomi di nuovo qui, amici lettori! Come state? Procedono bene le vostre letture?
Per quanto mi riguarda, sto facendo esattamente quello che mi ero imposta di fare qualche giorno fa. E raggruppando le idee con una recensione che in un certo senso mi ha fatto andare lontano, quest'oggi il mio pensiero riguardo la mia ultima lettura: Unbreakable Hearts dell'esordiente Ella Smith. Pseudonimo di un'autrice italiana, che nella sala d'aspetto della vita ho cercato di interpretare e carpire i segreti del suo animo, con una storia romantica come questa, rendendo la storia della sua figlia di carta teatro di azioni avvincenti e davvero emozionanti.
Poco distante dal weekend, vi auguro quindi buona lettura. Affinché il seme della curiosità possa affondare in voi le sue radici, ritagliando un posticino particolare nel vostro cuore.

Titolo: Unbreakable hearts
Autore: Ella Smith
Casa editrice: Selph Pubblishing
Prezzo ebook: 2, 99€
N° di pagine: 155
Trama: C'è sempre stato un alone di innocenza attorno ad Estella Fray, nonostante il suo mondo sia tutto tranne che innocente. Suo padre, i suoi amici e lei stessa, appartengono ad un mondo oscuro dove la morte e la vita sono solo una linea sottile che puntualmente viene superata per poter sopravvivere. Estella è un vampiro, vive a New York; Kit è il figlio del vampiro che per primo si è ribellato al regno di Hanry, Benjamin. Da allora, l'odio e il desiderio di vendetta hanno sempre intaccato i loro rapporti. Ma quando un giorno, una nuova minaccia spunta dall'ombra con la chiara intenzione di uccidere Harry e Benjamin, Kit ed Estella non hanno altre alternative se non quella di sposarsi. Vincolati da un contratto e costretti a convivere per dimostrare una pace che in realtà è lontana dalle loro reali intenzioni, scopriranno che i loro cuori non sono così infrangibili come credevano.


La recensione:

<< Ti amo così tanto che mi consuma.. Hai così tanta paura di soffrire ancora che non ti rendi conto di quanto sarebbe facile tornare ad essere felice! Ti basterebbe solo allungare la mano.. ti basterebbe solo guardarmi … >>

Quando cominciai a leggere il romanzo di Ella qualche giorno fa, alle nove di sera, Estella e Kit non erano soli, al loro fianco sedeva invisibile una giovane sognatrice messinese. Quasi sempre mi capita di affiancare personaggi dall'animo tormentato o contrito. Ogni volta arrivo insieme al protagonista o alla protagonista senza preavviso, nel più assoluto silenzio, e prima di accomiatarsi la mia anima dialoga con la loro per qualche giorno delle "sorprese" che talvolta ci riserva la vita.
Non riesco a spiegare i miei sentimenti, a non far trapelare emozioni che si agitano dentro e per cui questo pomeriggio riporto in queste poche righe, attraverso quel contenitore imperfetto che è la scrittura, nell'esplicare il mio entusiasmo nei riguardi di questa storia. Nella sala d'aspetto della vita ho visto un mucchio di scrittori cercando di indovinare le loro storie: ho riconosciuto quelli che si sono affacciati sul mondo per la prima volta, ancora attaccati al mondo di fuori e che si comportavano come se fossero "lì" per sbaglio; quelli che all'inizio di un percorso ancora "impauriti", e quelli già abituati alle negazioni; quelli già arresi e quelli da cui si intuisce che il loro è un percorso appena iniziato. Ma qual è stata la vera ragione che mi ha portato, per vie traverse, al loro cospetto? Forse c'era qualcosa che avevamo in comune? In un certo senso una vera ragione esiste … e le storie che ho letto, si, le ho vissute con orgoglio, gioia, serenità, curiosità.
La storia di Unbreakable hearts, romanzo d'esordio dell'italianissima Ella Smith, pseudonimo di un'autrice italiana da tenere sott'occhio, è stato quel genere di romanzo - semplice, ma toccante - che in una sfilata di figure pubbliche che fanno parte di una miscela confusa e disomogenea che crea confusione e smarrimento, ha portato alla luce la storia che l'autrice si tiene dentro. Quasi sempre adoperando parole semplici per raccontarmela, e quasi sempre componendo una melodia conosciuta ma particolare che è scivolata nei ricordi luminosi della mia adolescenza. Su uno spazio conosciuto, in una schiera di anime perdute che entrano nella lotteria della vita, in un dipinto dai colori accesi e sgargianti. Fra i segreti di un cuore giovane e impuro che hanno destato il mio fascino, e che mi hanno trasmesso un piacevole senso di famigliarità.
Secondo la trama riportata e la copertina attraente, il romanzo di Ella potrebbe affacciarsi nel panorama della narrativa contemporanea con la più calda delle promesse: scaldare i cuori di chiunque. Con la sua avvincente storia di un amore che nemmeno il tempo riesce a cancellare, ricordi dolorosi del passato sopiti dal tempo, deliziosa ed emozionante, ma che non esplode e brilla come un meteorite. Per me che sono un'avida lettrice di romanzi sentimentali non è stato facile recuperare il tempo necessario per condensare in poche pagine sentimenti ed emozioni che, sospesi nell'aria stagnate come bolle di sapone, hanno lasciato un segno del loro passaggio. Intensificandosi o meno a seconda di ciò che ho visto, ho provato. E scoppiando del tutto quando poi sono giunta alla fine.
In una tela di ragno legata non troppo saldamente, ma legata alla vita di tutti i personaggi che compongono Unbreakable hearts, l'amore di Estella e Kit è la magica fiaba di un amore avvolgente, romantico, talvolta dolce, talvolta passionale, capace di rendere felice per qualche giorno. Una malattia che ha cominciato a manifestarsi solo molto dopo, dapprima in maniera quasi impercettibile, poi con la fatalità di una condanna. Consapevole della luce che irradiava dai corridoi bui della mia anima o dai miei sorrisi.
Per qualche giorno, in un periodo ricco di mutamenti e novità in cui confido possano ripristinare l'equilibrio, non ho fatto altro che indugiare con lo sguardo su quello che mi trovavo davanti: due anime dannate che lentamente riusciranno a sfuggire dall'Inferno, i cui spiriti sono tuttavia legati indissolubilmente da un amore intenso.
La loro storia, seppur non troppo dura, indimenticabile o forte come le altre, è stata troppo solenne per non abbagliare la mia anima con estrema cura. Districare un nodo troppo complicato nello stomaco, inondare i sensi, o trarre solidarietà o conforto alla mia anima semplice e pura. Tra luce e oscurità, violenza ed esperienza, provando una felicità sperimentata quasi sempre, nell'accettazione del loro amore reciproco. 
Incuriosita ho osservato un avvenente vampiro e la sua metà mancata che, dal davanzale del loro mondo, osservano il lungo e impervio cammino della serenità interiore. Illesi dal buio girone dell'Inferno, pronti persino a subire tormenti peggiori pur di salvarsi. Anime tormentate, sole che, di tanto in tanto, si crogiolano con distrazioni o pensieri oscuri che macchiano il loro spirito.
Avvolta in una cortina di dubbi, curiosità, mi sono trovata fra le pagine bianche di una storia all'italiana in cui ho visto un'infinità di cose, ma dove mettere in ordine i pensieri non è stato per niente facile. Una storia che ho ascoltato con piacere, riempiendo il mio animo con sorprendente trasporto. Non ancora giunta a piena maturazione, un poema romantico che tuttavia non riesce a non fare breccia nell'anima di chiunque o lasciare un piccolo spazio nel nostro cuore.
Un sogno estrapolato dai cassetti impolverati dell'anima di una sognatrice idealizzato come un tentativo di due giovani innamorati che vivono in una realtà concerne alla nostra in cui si prova ogni cosa: dolori, sofferenze. Tutt'intorno c'erano tante cose, a perdita d'occhio. Io dal davanzale del mio mondo le ho osservate, anche se da osservare c'è ben poco. Nulla se non fissare lo sguardo su due semplici e apparentemente innocue figure di carta che, in una lotta continua per la sopravvivenza, lambiranno il nostro animo.

Valutazione d'inchiostro: 4

8 commenti:

  1. Bellissima recensione, come sempre!! :)
    L'autrice si è iscritta proprio oggi al gruppo fb :)
    Sarà un piacere leggere il suo libro, specialmente dopo la tua rec!
    A presto!

    RispondiElimina
  2. Ciao, sono nuova nel tuo blog e ho iniziato a seguirlo!
    Bella recensione, la copertina mi ha colpita e le tue parole mi hanno convinta!

    Se ti fa piacere ti aspetto da me Lettrice di Libri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Annalisa! Grazie mille :) Verrò a trovarti con piacere ;)

      Elimina
  3. Ciao Gresi, le tue parole sono musica per la mia mente assetata di letture *_* Ti dirò, non è proprio il genere di storia che mi potrebbe piacere, ma tu riesci sempre a incuriosirmi e quindi il titolo l'ho segnato subito :)

    RispondiElimina
  4. Ciao Gresi che bella recensione, basta vado a prendere il romanzo ho finito di leggere quello che hai scritto e volevo già iniziarlo, complimenti :*

    RispondiElimina