sabato 5 gennaio 2019

Danzando su carta: 14°

Ogni lettore ama acquistare libri, e, come ogni lettore esistente sulla faccia della terra, una volta al mese mi reco in libreria per accaparrarmi di quella che mi piace considerare "scorta di sopravvivenza".
Gli acquisti libreschi mi mettono sempre di buon umore e i libri che porto a casa sono sempre letture provenienti da una chilometrica wishlist che, giorno dopo giorno, cresce a dismisura perché anche la storia più insignificante talvolta cela maestosità. Che bellezza! E mi pare di compiere un peccato, quando porto alla cassa una pila incongrua di libri dalle coste spesse e colorate. Ma poi cedo, e la procedura è sempre la stessa: nuovi libri, nuove storie da leggere, rileggere e vivere.
E sebbene l'ultimo post riguardante le mie nuove entrate libresche risale a più di tre mesi fa, quale modo  - come quello di riesumare questa bella rubrica dalle soglie del tempo - per presentarvi i miei nuovi amici?!?
Se vi va, fatemi sapere se qualcuno di questi romanzi è anche un vostro amico e se avete fatto amicizia :D Vi abbraccio, e vi do appuntamento alla prossima volta con la recensione di un romanzo davvero bello e toccante


Titolo: Epepe
Autore: Ferenc Karinthy
Casa editrice: Adelphi
Prezzo: 13 €
N° di pagine: 217
Trama: Inutile, dopo averlo letto, tentare di scacciarlo dalla mente: vi resterà annidato, che lo vogliate o no. Immaginate di finire, per un beffardo disguido, in una labirintica città di cui ignorate nome e posizione geografica, dove si agita giorno e notte una folla oceanica, anonima e  minacciosa. Immaginate di ritrovarvi senza documenti, senza denaro e punti di riferimento. Immaginate che gli abitanti di questa sterminata metropoli parlino una lingua impenetrabile, con un alfabeto vagamente simile alle rune gotiche e ai caratteri cuneiformi dei Sumeri - e immaginate che nessuno comprenda né la vostra né le lingue più diffuse. Se anche riuscite a immaginare tutto questo, non avrete che una pallida idea dell'angoscia e della rabbiosa frustazione di Buda, il protagonista di "Epepe". Perché Budai eminente linguista specializzato in ricerche etimologiche, ha la famigliarità con decin e di idiomi diversi, doti logiche affinate da anni di lavoro scentifico e una caparbietà senza uguali.
Eppure, il sole essere umano disposto a confortarlo, benchè non lo capisca, pare sia la bionda ragazza che manovra l'ascensore di un hotel: una ragazza che si chiama Epepe, ma forse anche - chi può dirlo? - Bebe o Tetete.


Titolo: L'isola del tesoro
Autore: Robert Louis Stevenson
Casa editrice: Feltrinelli
Prezzo: 4, 90 €
N° di pagine: 190
Trama: La mappa di un'isola sperduta nell'oceano, il miraggio di un tesoro nascosto, indimenticabili figure di crudeli pirati e soprattutto il ragazzo protagonista, il coraggioso Jim Hawkins. E poi ancora ammutinamenti, i pericoli dell'oceano in tempesta, spargimenti di sangue ….







Titolo: La primula rossa
Autore: Emma Orzy
Casa editrice: Fazi
Prezzo: 13€
N° di pagine: 307
Trama: Parigi, anno di grazia 1792. Il Regime del Terrore semina il caos. I "maledetti aristos", sventurati discendenti delle famiglie aristocratiche francesi, vengono mandati a morte dall'implacabile tribunale del popolo: ogni giorno le teste di uomini, donne e bambini cadono sotto la lama della ghigliottina. Ma in loro aiuto interviene un personaggio inafferrabile  e misterioso, il quale, attraverso rocambolesche e ingegnose fughe, riesce a portare oltremanica i perseguitati del regime, nella libera Inghilterra. Dietro di sé non lascia tracce, se non il proprio marchio: un piccolo fiore scrlatto, che gli varrà il soprannome di Primula Rossa. Ma quale identità si cela dietro questo pseudomino? Chi è l'audace salvatore, disposto a rischiare la propria vita in nome della nobile causa? L'incognita ossessiona l'astuto e crudele funzionario del governo francese Chauvelin e affascina l'alta società inglese: ma la soluzione del mistero si rivelerà tanto insospettabile quanto geniale.


Titolo: Il giro del mondo in ottanta giorni
Autore: Julies Verne
Casa editrice: Nwton & Compton
Prezzo: 6, 90 €
N° di pagine: 318
Trama: Phileas Fogg, flemmatico gentiluomo londinese, lancia una sfida agli amici del suo aristocratico club: a lui basterebbero solo 80 giorni per fare il giro del mondo. Parte quindi per uno spericolato e avventuroso viaggio in compagnia del fidato maggiordomo Passepartout, insieme a una buona dose di coraggio, astuzia e sangue freddo. Riuscirà mister Fogg a vincere la scommessa?


Titolo: Addio fantasmi
Autore: Nadia Terranova
Casa editrice: Einaudi
Prezzo: 17 €
N° di pagine: 208
Trama: Una casa tra due mari, il luogo del ritorno. Dentro quelle stanze si è incagliata l'esistenza di una donna. Che solo riattraversando la propria storia potrà davvero liberarsene. Ida è appena sbarcata a Messina, la sua città natale: la madre l'ha richiamata in vista della ristrutturazione dell'appartamento di famiglia, che vuole mettere in vendita. Circondata di nuovo dagli oggetti di sempre, di fronte ai quali deve scegliere cosa tenere e cosa buttare, è costretta a fare i conti con il trauma che l'ha segnata quando era solo una ragazzina. Ventitre anni prima suo padre è scomparso. Non è morto: semplicemente una mattina è andato via e non è più tornato. Sulla mancanza di quel padre si sono imperniati i silenzi feroci con la madre, il senso di un'idendità fondata sull'anomalia, persino il rapporto con il marito, salvezza e naufragio insieme. Specchiandosi nell'assenza del corpo paterno, Ida è diventata donna nel dominio della paura e nel sospetto verso ogni forma di desiderio. Ma ora che la casa d'infanzia la assedia con i suoi fantasmi, lei deve trovare un modo per spezzare il sortilegio e far uscire il padre di scena.



Titolo: Resto qui
Autore: Marco Balzano
Casa editrice: Einaudi
Prezzo: 18 €
N° di pagine: 192
Trama: Quando arriva la guerra o l'inondazione, la gente scappa. La gente, non Trina. Caparbia come il paese di confine con cui è cresciuta, sa opporsi ai fascisti che le impediscono di fare la maestra. Non ha paura di fuggire sulle montagne col marito disertore. E quando le acque della diga stanno per sommergere i campi e le case, si difende con ciò che nessuno le potrà mai togliere: le parole. L'acqua ha sommerso ogni cosa: solo la punta del campanile emerge dal lago. Sul fondale giace il mistero di Curon. Siamo in Sudtirolo, terra di confini e di lacerazioni: un posto in cui nemmeno la lingua che hai imparato da bambino è qualcosa che ti appartiene fino in fondo. Quando Mussolini mette al bando il tedesco e perfino i nomi sulle lapidi vengono cambiati, allora non resta che scegliere le parole una a una per provare a raccontare. Trina è una giovane madre che alla ferita della collettività somma la propria: invoca di continuo il nome della figlia, scomparsa senza lasciare traccia durante gli anni del fascismo. Da allora non ha mai smesso di aspettarla, di scriverle nella speranza che le parole gliela possono restituirle. Finchè la guerra viene a bussare alla porta di casa, e Trina segue il marito disertore sulle montagne, dove entrambi imparano a convivere con la morte. Poi il lungo dopoguerra, che non porta nessuna pace.

Titolo: Il peso dell'inchiostro
Autore: Rachel Kadish
Casa editrice: Neri Pozza
Prezzo:  18 €
N° di pagine: 701
Trama: Londra, novembre 2000. Helen Watt, una studiosa di storia ebraica sull'orlo di un pensionamento obbligato, viene convocata per visionare alcuni documenti ritrovati in una casa del tardo XII secolo. Consulenze come questa non sono insolite, nella sua professione: talvolta  capita di scoprire vecchie carte in una soffitta oppure sul fondo di un baule di famiglia e, se non si intende informare la Soprintendenza, ci si rivolge alla facoltà di Storia dell'Università. Il giorno prima, però, un uomo ha telefonato chiedendo specificamente di lei. Giunta sul posto, Helen non riesce a trattenere l'emozione: all'interno di un ripostiglio segreto, nel vano rettangolare nascosto da un pannello, la aspettano due palchetti colmi di documenti: lettere in ebraico e portoghese risalenti a più di tre secoli prima, fascicoli sciolti, volumi rilegati in cuoio dai dorsi sbiaditi. Una testimonianza inedita e preziosa della rifondazione della comunità ebraica dopo quasi quattro secoli di espulsione dal suolo inglese.
Avvalendosi dell'aiuto di Aaron Levy, uno studente americano alle prese con una tesi sulle possibili connessioni fra l'opera di Shakespeare e gli ebrei rifugiatasi nella Londra elisabettiana per sfuggire alle persecuzioni, Helen scopre che le lettere appartengono al rabbino HaCoen Mendes, uno dei primi insegnanti della rifondata comunità ebraica londinese, accecato dall'Inquisizione in gioventù. Vergate per lui da uno scriba, le lettere recano in basso, nell'angolo a destra, la lettera ebraica aleph, iniziale del nome del misterioso copista, su cui si concetrano le ricerche dei due studiosi. Ricerche che li condurranno dinnanzi a una sconcertante rivelazione: a tradurre sulla carta i pensieri del rabbino non era, come hanno creduto sino a quel momento, un suo studente, ma una donna. Poco alla volta, dalle pergamene finemente vergate, emerge il ritratto di Ester Velasquez, una giovane ebrea che, nella Londra del XVII secolo. combatte per le uniche due cose capaci di dare un senso alla sua esistenza: la libertà e la sete di conoscenza.



Titolo: Racconti dell'età del jazz
Autore: Francis Scott Fitzgerald
Casa editrice: Newton & Compton
Prezzo: 4, 90 €
N° di pagine: 280
Trama: Sono gli anni Venti, gli anni "dell'età del jazz", anni di lustrini e paillettes, di feste e improvvisazioni musicali, anni vissuti a folle velocità all'insegna di un progresso inarrestabile, e culminati poi con la drammatica crisi economica del 1929. Con i suoi romanzi, primo fra tutti Il grande Gatsby, Fitzgerald fu insieme protagonista e cantore di quest'epoca, del sogno americano e della sua effimera, fragile consistenza.




Titolo: La camera azzurra
Autore: George Simmeon
Casa editrice: Adelphi
Prezzo: 10 €
N° di pagine: 153
Trama: "Sei così bello" gli aveva detto un giorno Andrèe " che mi piacerebbe fare l'amore con te davanti a tutti …" Quella volta Tony aveva avuto un sorriso da maschio soddisfatto: perché era ancora soltanto un gioco, perché mai nessuna donna gli aveva dato più piacere di lei. Solo quando il marito di Andrèe era morto in circostanze non del tutto chiare, e Tony aveva ricevuto da lei il primo di quei brevi, sinistri biglietti anonimi, solo allora aveva capito, e aveva cominciato ad avere paura.


Titolo: Il castello
Autore: Franz Kafka
Casa editrice: Newton & Compton
Prezzo: 4, 90 €
N° di pagine: 256
Trama: L'ultimo romanzo, incompiuto, di Kafka, la cui stesura ebbe inizio nel gennaio 1922 (l'autore non ha ancora quarant'anni e ne mancano due alla morte per turbercolosi faringea ) e proseguì fino al settembre dello stesso anno. Non esiste una versione definitiva dell'autore che anzi dispose che il manoscritte fosse distrutto. Più che un romanzo "Il castello" si può definire un insieme di frammenti in cui il personaggio K, arrivato a un non - luogo, un misero villaggio immerso nel freddo, tenta di avvicinarsi alla meta, il Castello appunto. Sono frammenti di "vuoto", "stanchezza", "solitudine", presentimenti di una non - vita che attende l'autore nei meandri dell'ultima meta.



Titolo: L'invenzione della solitudine
Autore: Paul Auster
Casa editrice: Einaudi
Prezzo: 12 €
N° di pagine: 192
Trama: Il libro si compone di due scritti speculari. Il primo, "Il ritratto di un uomo invisibile", è una meditazione sulla scomparsa del padre, scritta qualche settimana dopo la sua morte. "Niente è più terribile che trovarsi faccia a faccia con gli oggetti di un morto. Le cose di per sé sono inerti: assumono significato solo in funzione della vita che ne fa "uso", scrive Auster nel passare in rassegna le carte e gli oggetti del padre. Nel secondo "pezzo", "Il libro della memoria", l'autore sposta la sua attenzione dalla sua identità di figlio a quella di padre: riflette sulla condizione solitaria dello scrittore e prova a immaginare quella che sarà fatalmente la separazione dal figlio che cresce.

Titolo: Il velo dipinto
Autore: W. Somerset Maugham
Casa editrice: Adelphi
Prezzo: 11 €
N° di pagine: 234
Trama: "E' una situazione fra le più classiche. Lei decide di tradire il marito con un uomo che giudica affascinante. La tresca funziona fino al giorno in cui i due clandestini hanno la sensazione che il marito tradito abbia scoperto tutto. E' un guaio. Anche perché, messa alle strette, l'adultera confessa. Che fare? Si dobrà procedere alla separazione e al divorzio. Sconvolta e piangente, lei si reca dall'amante. Gli dice d'aver confessato; vuole separarsi e andare a vivere con lui. Grande è la sorpresa, a quel punto. Infatti, l'amante non ha intenzione di lasciare la moglie e mettersi con lei.

Titolo: Gilead
Autore: Marilynne Robinson
Casa editrice: Einaudi
Prezzo: 12 €
N° di pagine: 257
Trama: Il reverendo John Ames sarà morto quando suo figlio aprirà la lettera che gli sta scrivendo. Siamo nel 1956, John ha 76 anni e sente che la fine è prossima. Dieci anni prima ha incontrato l'attuale signora Ames, molto più giovane di lui. La donna aveva sofferto molto: il pastore se ne innamorò e in lui la ragazza ha trovato conforto e assistenza. Ora sembra proprio che siano felici, sotto ogni punto di vista. Il vecchio padre sente che il figlio di sei anni non potrà mai veramente conoscere la sua storia. A Gilead, Iowa, la città che non ha mai lasciato, Ames inizia così a scrivere una specie di testamento, la storia della sua famiglia. Racconta di suo nonno, un uomo impegnato nelle lotte contro la schiavitù, del padre pacifista durante la guerra di Seccessione. E poi si chiede: cosa ho imparato io da tutti voi?


Titolo: Pastorale americana
Autore: Philip Roth
Casa editrice: Einaudi
Prezzo: 14 €
N° di pagine: 462
Trama: Seymour Levov è un ricco americano di successo: al liceo lo chiamano "lo Svedese". Ciò che ha pare attenderlo negli anni Cinquanta è una vita di successi professionali e gioie famigliari. Finchè le contraddizioni del conflitto in Vietnam non coinvolgono anche lui e l'adorata figlia Merry, decisa a portare la guerra in casa, letteralmente. Un libro sull'amore e sull'odio per l'America, sul desiderio di appartenere a un sogno di pace, prosperità e ordine, sul rifiuto dell'ipocrisia e della falsità celate in quello stesso sogno.


Titolo: Piccole donne crescono
Autore: Louisa May Alcott
Casa editrice: Bur
Prezzo: 7, 90 €
N° di pagine: 327
Trama: Il matrimonio d'amore di Meg, il talento di Amy per il disegno, il debutto di Jo in letteratura, la dolcezza sempre più fragile di Beth; ricominciano le avventure delle quattro ragazze March, tra grandi passioni, nuovi arrivi e dolorosi addii.






Titolo: Il sognatore
Autore: Lainy Taylor
Casa editrice: Fazi
Prezzo: 14, 90 €
N° di pagine: 524
Trama: E' il sogno a scegliere il sognatore, e non il contrario; Lazlo Srange ne è sicuro, ma è anche assolutamente certo che il suo sogno sia destinato a non avverarsi mai. Orfano, allevato da monaci austeri che hanno cercato in tutti i modi di estirpare dalla sua mente il germe della fantasia, il piccolo Lazlo sembra destinato a un'esistenza anonima. Eppure il bambino rimane affascinato dai racconti confusi di un monaco anziano, racconti che parlano della città perduta di Pianto, caduta nell'oblio da duecento anni; ma quale evento inimmaginabile e terribile ha cancellato questo luogo mitico dalla memoria del mondo? I segreti della città leggendaria si trasformano per Lazlo in un'ossessione. Una volta diventando bibliotecario, il ragazzo alimenterà la sua sete di conoscenza con le storie contenute nei libri dimenticati della Grande Biblioteca, pur sapendo che il suo sogno più grande, ossia vedere la misteriosa Pianto con i propri occhi, rimarrà irrealizzato. Ma quando un eroe straniero, chiamato il Massacratore degli Dèi, e la sua delegazione di guerrieri si presentano alla biblioteca, per Strange il Sognatore si delinea l'opportunità di vivere un'avventura dalle premesse straordinarie.

4 commenti:

  1. Che meraviglia! Tra questo ho letto solo Piccole donne crescono e Il giro del mondo in 80 giorni e li ho apprezzati entrambi, mentre La primula rossa e L'isola del tesoro sono anche nella mia libreria in attesa di essere letti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Beth! Pure io non vedo l'ora di leggerli. Sono delle letture che reclamano a gran voce la mia attenzione, e presto mi ci butterò a capofitto :)

      Elimina
  2. Gresiiii quante belle letture!!! Io ho letto resto qui e te lo consiglio! Tra i libri che hai proposto mi incuriosisce molto Il velo dipinto e Il peso dell'inchiostro. Aspetto le recensioni!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Resto qui ho deciso lo leggerò dopo il romanzo che ho in lettura, salvo imprevisti ☺

      Elimina